Sudan, colpo di Stato in atto, Al Bashir rassegna le dimissioni

Colpo di Stato in Sudan, i militari hanno preso il possesso della stazione radiotelevisiva di Stato e circondano il palazzo presidenziale.

Agitazione in Sudan, si teme un colpo di Stato. Come riferito dai media locali, i militari hanno circondato il palazzo presidenziale assediando il leader del paese con uomini e mezzi militari.

Colpo di Stato in Sudan, i militari hanno preso il controllo della stazione dell’emittente radiotelevisiva di Stato

I ribelli dell’esercito hanno fatto irruzione anche nella sede dell’emittente radiotelevisiva statale prendendo il controllo della stazione. I canali della televisione e della radio di stato trasmettono da ore musiche militari e un discorso trasmesso a reti unificate.

Sudan, sei mesi di proteste culminati con il sit in: i manifestanti chiedono che il presidente Omar Al Bashir rinunci al potere

L’azione dell’esercito arriva dopo sei mesi di proteste, culminati con il simbolico sit in che ha coinvolto migliaia di persone che chiedono che Omar Al Bashir, presidente del paese da 30 anni, rinunci alla carica e al potere.

Migliaia di persone hanno deciso di manifestare dopo mesi in cui sono stati costretti a fare la fila per un pezzo di pane ma anche per pochi spiccioli a mala pena sufficienti per la sussistenza di una persona.

Sudan, Omar Al Bashir si dimette

Proprio dalle frequenze della radio di Stato, i militari hanno annunciato le dimissioni di Omar Al Bashir facendo sapere che ora si lavora alla formazione di un nuovo governo.

I media locali hanno inoltre riportato la notizia dell’arresto di alcuni funzionari governativi, tra cui il vice presidente del National Congress Party.

ultimo aggiornamento: 11-04-2019

X