Il salvataggio automatico di Word in OneDrive ci può salvare in molte circostanze, e ci mette anche al riparo da errori e distrazioni.

Non c’è niente di più tristemente doloroso di perdere ore e ore di lavoro per colpa di uno sbalzo di corrente senza riuscire nemmeno a recuperare poi il documento. Microsoft Word, per quanto nel corso degli anni sia diventato sempre più efficiente, potente e capace di funzioni, non ci può salvarci da problemi tecnici derivanti dai nostri computer. Il salvataggio automatico di Word su Onedrive, per esempio, ci permette sia di avere i nostri documenti sempre al sicuro sia di raggiungerli dal Cloud, anche mentre ci stiamo lavorando, per un eventuale intervento d’emergenza.

L’aspetto interessante è che se usiamo le ultime versioni di Office abbiamo già tutto quello che ci serve. Con un account Office 365 infatti viene fornito anche ben un terabyte di spazio su OneDrive, tutto collegato allo stesso account Microsoft. Si tratta solo di mettere insieme i diversi pezzi. Vediamo come.

Prepariamoci per attivare il salvataggio automatico di Word in Onedrive

Prima di scoprire i dettagli di come si fa a salvare in maniera automatica un documento di Word su Onedrive dobbiamo essere sicuri di un paio di cose. Il salvataggio in automatico su OneDrive è possibile soltanto se abbiamo un abbonamento Microsoft 365 attivo. Non potremo farlo se abbiamo una licenza monouso per i programmi di produttività.,

Oltre ciò è importante sottolineare che, per poter funzionare, è necessario avere aperte sul PC sia Word che OneDrive ed è indispensabile aver effettuato l’accesso con il proprio account Microsoft su entrambe.
Senza una connessione internet attiva non sarà possibile salvare in automatico i file.

Attiviamo la funzionalità di Word

Apriamo Microsoft Word e creiamo un nuovo documento facendo clic su file e poi su nuovo. A questo punto Scegliamo la tipologia di documento che vogliamo creare, sia esso parte di un modello scaricabile da Office o di un foglio bianco qualsiasi.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Una volta che il foglio bianco è a schermo, nella parte superiore sinistra della finestra di Word, abilitiamo il salvataggio automatico facendoci clic sopra.

Word a questo punto ci chiederà di selezionare la cartella dove vogliamo salvare in maniera automatica i nostri file. Esploriamo il nostro computer alla ricerca di OneDrive e diamo un nome al nostro documento.

A questo punto dovremo soltanto salvare manualmente il documento una volta, anche prima di partire effettivamente con la stesura del testo. Una volta eseguito il primo salvataggio Word si ricorderà di effettuare un continuo auto salvataggio all’interno della cartella OneDrive che, di volta in volta, si sincronizzerà con l’archiviazione online.

Questo metodo permette agli utenti di riprendere il lavoro su altri dispositivi compatibili con la suite Office. Se abbiamo iniziato a scrivere dal desktop potremo riprendere in tranquillità a scrivere comodamente dal laptop o dallo smartphone.

Per poter fare ciò dovremo semplicemente collegare il nostro account Office ed il nostro account Onedrive alle rispettive applicazioni sui vari dispositivi.

Fonte foto copertina: news.microsoft.com


Come controllare lo spazio disponibile in OneDrive

Crash applicazioni Android, ecco le soluzioni per risolverle