Come detrarre le erogazioni liberali ai partiti politici

Avete effettuato delle donazioni nei confronti di un partito politico e volete detrarli nella vostra dichiarazione dei redditi? Ora vediamo come fare e che percentuale si può detrarre

chiudi

Caricamento Player...

Con l’ultima Legge di Stabilità sono state introdotte molte novità interessanti per quanto riguarda le erogazioni liberali, visto che la percentuale della detrazione è aumentata al 26%, anche nei confronti delle erogazioni effettuate nei confronti dei partiti politici.

QUALI EROGAZIONI LIBERALI SI POSSONO DETRARRE?

Le erogazioni liberali che godono della detraibilità del 26% sono quelle verso i partiti politici iscritti nella prima sezione del registro nazionale, verso i partiti che ancora non erano inscritti nel registro, a condizione che entro la fine dell’anno solare questi risultino iscritti al registro ed ammessi ai benefici. La detrazione al 26% spetta per tutti gli importi compresi tra 30 e 30000 euro.

SI POSSONO DETRARRE SOLO LE DONAZIONI ALLA SEDE NAZIONALE?

Oltre alle donazioni effettuate all’organizzazione nazionale del partito politico, nel dicembre 2014 l’Agenzia delle Entrate si è espressa a favore della detrazione per le erogazioni liberali effettuate nei confronti delle sedi regionali e provinciali di un qualsiasi partito politico.

 

COME SI PUÒ RENDERE TRASPARENTE L’OPERAZIONE?

Il versamento deve essere effettuato o tramite banca o tramite ufficio postalemediante altri sistemi di pagamento trasparenti, quali la carta di credito, l’assegno bancario o quello circolare, o secondo qualsiasi modalità idonea che garantisce la tracciabilità dell’operazione e l’identificazione esatta soggettiva e reddituale. Escludendo, quindi, l’erogazioni in contanti.

Foto tratta dalla voce Camera dei Deputati di Wikipedia
certificato_unicasim