Come fare una frenata d’emergenza

Frenata d’emergenza: qualche piccolo trucco per riuscire ad affrontare una situazione critica

chiudi

Caricamento Player...

A volte una frenata efficace consente di evitare un incidente stradale o per lo meno di ridurre le conseguenze dell’impatto. Qualche volta però accade che utilizziamo i freni in maniera sbagliata, vuoi per la stanchezza, vuoi per una semplice distrazione, ed ecco che l’impatto a volte può essere inevitabile.

Per evitare dunque, di incorrere in spiacevoli situazioni, ecco come eseguire correttamente una frenata d’emergenza.

Ovviamente, non abbiamo di certo la pretesa di dare una ricetta magica sulla frenata d’emergenza, poiché diversi sono i fattori che possono influire: qualità dell’asfalto, velocità dell’auto, caratteristiche nonché condizioni del guidatore, tipo di vettura, capacità di reazione di fronte ad un ostacolo improvviso. Per non parlare poi dello stato delle ruote, e tutte le variabili legate al maltempo. Tuttavia forniremo qualche massima che può essere sempre valida

Ecco come eseguire correttamente una frenata d’emergenza con il sistema ABS

Facciamo un esempio pratico: ci troviamo su una strada extraurbana, stiamo viaggiando a 90 km/h e l’asfalto è bagnato. Improvvisamente ci balza agli occhi un ostacolo. Come procedere in tal caso? Per poter effettuare una frenata d’emergenza bisogna premere con forza e con grande sicurezza il pedale del freno e contemporaneamente quello della frizione.

Così facendo, si impedisce che il motore spinga, rendendo ancora più difficile il lavoro dell’impianto frenante. Facendo entrare in funzione l’ABS, permette non solo di avere una frenata efficace ma al tempo stesso la direzionalità viene mantenuta nel caso in cui ci fosse il bisogno di evitare un ostacolo durante la fase di decelerazione.

Purtroppo le auto che sono sprovviste del sistema antibloccaggio delle ruote, in caso di una brusca frenata, si bloccano le ruote e di conseguenza si perde la possibilità  di avere la direzionalità finendo così di impattare contro eventuali ostacoli.

Frenata di emergenza – Cosa succede se non ci si ferma in tempo?

Anche se i nostri riflessi sono prontissimi e il sistema frenante perfetto, può succedere che lo spazio di frenata non sia abbastanza. In questo caso, il consiglio è quello di iniziare a pensare, fin da subito, a una possibile via alternativa. In altre parole, anche se stiamo frenando, rimaniamo attenti, conserviamo il controllo del veicolo e continuiamo a cercare di scartare l’ostacolo, se le condizioni della strada lo permettono. Il vantaggio dei dispositivi di frenata assistita è proprio che consentono di continuare a controllare l’auto anche mentre stiamo frenando.

Diversi dispositivi di sicurezza: quali sono?

Oltre al sistema ABS, ci sono molti altri dispositivi di sicurezza integrati nelle nuove macchine. Fra questi segnaliamo la frenata automatica d’emergenza. I sistemi di frenata automatica di emergenza nascono per sopperire alle distrazioni sempre più frequenti di oggi.

I sistemi di frenata automatica d’emergenza sono costituiti da computer e radar. Spesso le telecamere sono montate sul parabrezza all’altezza dello specchietto retrovisore. Non appena il computer rileva un ostacolo, ecco che si avvia un avviso sonoro.

Nel caso in cui l’automobilista non agisca sui freni, in questo caso la vettura mette in atto la massima forza frenante per fermare l’auto o quantomeno rallentarne la velocità.

Articolo Certificato Autogrup