Volete investire i vostri risparmi in dei Buoni fruttiferi postali? Volete sapere come funziona il rendimento di questi? Qui ve lo spieghiamo

I Buoni fruttiferi postali sono delle obbligazioni emesse dalle Poste Italiane, i quali garantiscono la restituzione del capitali e gli interessi. Il funzionamento dei Bfp è identico ai titoli di Stato classici, ma sono molto più sicuri nel pagamento.

COM’È IL RENDIMENTO DEI BUONI FRUTTIFERI POSTALI?

I Buoni fruttiferi postali hanno una tassazione avvantaggiata, dato che questa è pari al 12,5%, rispetto al 26% delle rendite finanziarie. Invece i rendimenti variano in base a quale tipologia di Bfp si tratta e dalla sua durata. Quelli di breve periodo, infatti, hanno un rendimento nominale molto basso che va crescendo nella durata del periodo.

IL RENDIMENTO DEI BFP È ASSICURATO?

Ma questo rendimento, nel caso in cui ci fossero crolli dei mercati finanziari, rimarrà assicurato, rendendo i Bfp una buona possibilità di investimento volto al risparmio. Questo perché il rendimento che viene offerto dalle Poste non ha le caratteristiche di un investimento volto al guadagno di sostanziose cifre.

QUALI SONO I RISCHI CHE SI CORRONO?

Gli aspetti negativi non sono molti e il principale di questi è il rischio di default dell’emittente, perché in quel caso i Bfp diventerebbero carta straccia, perdendo ogni tipo di valore. Un altro problema è evidenziato dal fatto che, le Poste hanno molte cause aperte dai risparmiatori che avevano acquistato dei Buoni fruttiferi postali trentennali. Queste cause sono state intentate dopo che le Poste hanno erogato solo metà degli interessi spettanti agli investitori, cosa che, tra l’altro, si è presentato anche per investimenti di media durata.

certificato_unicasim


Finanziamenti senza Busta Paga

Prestiti personali senza busta paga, come ottenerli