Serie A, cos’è il Cross Air e come funziona

Come funziona il VAR sul fuorigioco. In Serie A ‘sbarca’ il Cross Air, l’applicazione che permette di rielaborare le immagini in 3D.

ROMA – Come funziona il VAR sul fuorigioco. In Serie A ‘sbarca’ il Cross Air, l’applicazione che permette di rielaborare le immagini in 3D, proiettando a terra un qualsiasi punto e tracciando linee molto precise. L’obiettivo di questa nuova tecnologia è ridurre al minimo il margine di errore su fuorigioco e tocchi di mano al limite dell’area.

L’episodio di Cristiano Ronaldo

Il Cross Air per la prima volta in Italia è stato usato in Parma-Juventus. Il VAR ha annullato il raddoppio di Cristiano Ronaldo per un fuorigioco millimetrico. Decisiva, infatti, la linea tracciata che ha permesso di notare la palla del portoghese oltre il ginocchio di Bruno Alves.

Una tecnologia 3D che è stata utilizzata anche in altre partite per valutare un eventuale tocco in area di rigore con il braccio. Il VAR ha iniziato un lungo percorso di cambiamento per cercare di uniformare maggiormente il proprio regolamento e permettere giudizi più equi di quanto visto la scorsa stagione. Ma gli errori – come si è visto in questa prima giornata – non mancano e per questo si continuerà a lavorare.

Logo Seria A 2019
Fonte foto: https://www.facebook.com/SerieA

Si pensa ad una sala VAR unica

L’AIA insieme alla FIGC continua a lavorare per dare vita ad una sala VAR unica a Coverciano per seguire in contemporanea tutte le partite. Gli esperimenti dovrebbero iniziare nelle prossime settimane anche se ancora la tecnologia non sarà ufficiale.

L’obiettivo da parte dell’Associazione Italiana Arbitri è fare partite a tutti gli effetti questa stanza unica la prossima stagione. L’obiettivo resta quello di cercare di uniformare il giudizio ed evitare gli errori che si sono visti in questa prima giornata di campionato. Ma le polemiche sono destinate a non finire.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/SerieA

ultimo aggiornamento: 09-09-2019

X