Quando si vuole accendere un mutuo è importante richiedere un preventivo mutuo all’istituto di credito di riferimento per conoscere in anticipo tutti i costi a cui si va incontro.

Il preventivo di un mutuo non è altro che un documento che riepiloga le condizioni economiche di un prestito, stabilite dall’istituto di riferimento.

Si tratta di un documento molto importante che permette di avere una panoramica dei costi da sostenere dopo aver stipulato il contratto definitivo. Le banche e tutti gli istituti di credito, per calcolare il preventivo, richiedono diverse informazioni personali e relative all’immobile da acquistare. Queste informazioni servono per il calcolo del loan to value, che permette di fornire una stima in merito alla capacità di rimborso del richiedente.

Il preventivo di un mutuo, come vedremo nei prossimi paragrafi, può essere facilmente calcolato anche online tramite il sito della banca di riferimento, oppure mediante apposite piattaforme. Scopri tutte le informazioni necessarie in questo articolo e calcola subito il preventivo del mutuo!

Mutuo casa

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Preventivo mutuo: ecco come calcolarlo

All’interno del preventivo per un mutuo ci sono alcuni elementi fondamentali per il calcolo della rata mensile, tra cui:

  • l’importo totale del prestito;
  • la durata del prestito;
  • il tasso di interesse applicato;
  • il tasso di interesse nominale (TAN);
  • il tasso di interesse effettivo globale (TAEG);
  • le spese di istruttoria (questa voce non sempre è presente);
  • l’importo della rata mensile da rimborsare.

Prima di vedere come calcolare un preventivo mutuo è bene ricordare che, in generale, l’importo della rata mensile non può essere maggiore di un terzo dello stipendio. Nel caso di un mutuo cointestato, bisogna considerare un terzo della somma degli stipendi di entrambi i richiedenti del prestito.

L’importo della rata mensile che si ottiene mediante il calcolo del preventivo è il risultato di una specifica formula matematica (nel caso degli strumenti di calcolo online, di uno specifico algoritmo matematico) che includono il piano di ammortamento e una serie di variabili concordati tra l’istituto di credito e il cliente.

Il piano di ammortamento è un piano di rimborso del prestito concesso da un istituto di credito, nel quale sono presenti tutti i dettagli delle rate e la ripartizione della somma per ogni rata, comprensiva di interessi da restituire.

Effettuare il calcolo della rata di un mutuo con un simulatore

Un simulatore per il calcolo della rata di un mutuo è uno strumento molto utile per visualizzare in anticipo l’importo della rata e il totale degli interessi da pagare, se si conosce già il tasso applicato al mutuo di riferimento.

Per calcolare in anticipo il preventivo del mutuo, invece, è possibile utilizzare un simulatore di calcolo rata online e applicare i valori del tasso fisso attuale. In questo modo si ottiene un risultato indicativo, da confrontare con il preventivo offerto dall’istituto di credito.

Per chi desidera un mutuo a tasso variabile è importante ricordare di inserire il parametro Euribor e sommare l’importo con lo spread.

In linea generale, gli elementi da inserire in un simulatore di calcolo sono i seguenti:

  • l’importo del mutuo che si vorrebbe richiedere;
  • il tasso di interesse;
  • la durata del mutuo (che in genere varia da 5 fino a 40 anni);
  • il numero di rate (è possibile scegliere, in genere, tra mensile, trimestrale, semestrale o annuale).

I risultati più comuni che si ottengono dal calcolo effettuato da un simulatore sono: l’importo totale del mutuo comprensivo di interessi, il numero di rate necessarie per estinguere il mutuo, l’importo della rata e il totale degli interessi da pagare.

Avere questi dati in mano prima di richiedere un preventivo per un mutuo presso un istituto di credito, facilita la comparazione dei preventivi e orienta la fase decisionale verso la scelta più conveniente.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-06-2022


Tutto quello che devi sapere sulla FX

Cartucce per stampanti: le diverse tipologie disponibili sul mercato