Come trovare rapidamente un coworking grazie a Coworker

Il coworking è una comodità: si può avere un ufficio per una giornata o per un paio d’ore, in qualsiasi posto e senza problemi. Coworker.com permette di trovarne in tutto il mondo.

Chi si sposta molto per lavoro può aver bisogno di un ufficio temporaneo, per ricevere clienti e fare meeting, o anche solo per lavorare meglio che nella hall dell’albergo. Ma spesso trovare un coworking in una città sconosciuta non è così semplice. Ci hanno pensato gli sviluppatori di Coworker.com, un motore di ricerca di coworking in tutto il mondo.

Il “Tripadvisor” dei coworking?

Abbiamo usato questo paragone perché il principio alla base è esattamente quello: è sufficiente collegarsi al sito ed effettuare una ricerca nella città in cui ci troviamo per vedere subito tutti gli spazi presenti nel motore di ricerca.
Il sito è fatto in modo che i collegamenti alle ricerche possano essere memorizzati e condivisi (per esempio, per i coworking di Milano si può usare questo link).

Ciascuno spazio mostrato può essere recensito e ha una scheda in cui vengono mostrate le caratteristiche e i servizi. Sfortunatamente questo servizio non è ancora molto conosciuto in Italia, per cui non ci sono ancora recensioni attive. Gli spazi sono comunque ben censiti e aggiornati. Per esempio, cercando coworking a Roma, otteniamo 21 risultati, visualizzati comodamente sulla cartina.

Coworking Roma
La mappa dei coworking a Roma di Coworker

Servizi specifici

Come la maggior parte dei siti di ricerca geografica, anche Coworker.com dispone di una serie di filtri che ci permettono di scegliere lo spazio anche in base a esigenze specifiche. Il sistema propone già i filtri in base a quello che offrono gli spazi visualizzati.
Si va dalla possibilità di pagare con le carte di credito alle stanze per videoconferenze, passando per la disponibilità di stampanti 3D o ambienti dog friendly.

Un aspetto molto importante è la membership, ovvero la durata minima della permanenza che possiamo acquistare: la maggior parte dei coworking accetta prenotazioni giornaliere. Per essere sicuri assicuriamoci di avere spuntato daily fra le opzioni.

Curiosamente, Coworker non dispone di App mobili, ma il sito è comunque progettato per adattarsi perfettamente a qualsiasi tipo di dispositivo: basta aprire l’indirizzo ed effettuare la ricerca per città o per nome. Inoltre, aprendo la cartina dello spazio che abbiamo scelto, l’indirizzo verrà inviato automaticamente al navigatore predefinito del nostro smartphone o tablet.

Coworking Torino
Coworking a Torino: ricerca da dispositivo mobile

Una funzione comoda soprattutto per chi si trova all’estero: il sito infatti copre ben 115 paesi nel mondo.

Affittare un coworking risparmiando

Oltre a una serie di caratteristiche interessanti dal punto di vista della ricerca, Coworker ha anche un altro vantaggio interessante: grazie alle partership, possiamo ottenere un free day pass. Un giorno di coworking gratis in molte strutture che si promuovono attraverso il sito.
Le modalità cambiano a seconda dello spazio, ma solitamente basta iscriversi alla community per avere accesso alla promozione.

Come funziona il coworking?

Per chi fosse arrivato fino a questo punto della lettura senza avere le idee troppo chiare, l’idea di coworking nasce per condividere gli spazi fra professioni diverse, soprattutto per “fare networking” e aumentare sia la rete di conoscenze sia le opportunità professionali.
Oggi però il termine indica prima di tutto gli spazi condivisi, usati soprattutto dai liberi professionisti, in cui si può disporre di postazioni autonome in uno spazio comune. Un ufficio condiviso, insomma, che può essere affittato anche per periodi molto brevi.

fonte foto copertina: pixabay.com/en/office-notes-notepad-entrepreneur-620817/

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 13-03-2018

Massimiliano Monti