Roma in mano ai Tredicine, altri problemi per Virginia Raggi

Tangenti e minacce, così la famiglia dei Tredicine ha monopolizzato il commercio ambulante a Roma.

Continuano i problemi per il sindaco di Roma Virginia Raggi. Il primo cittadino della Capitale, già alle prese con il filone di inchiesta legato a Parnasi e alla costruzione del nuovo stadio della Roma, deve fare i conti anche con l’Impero dei Tredicine.

VIRGINIA RAGGI
VIRGINIA RAGGI

Chi sono i Tredicine

Chi non vive e non conosce Roma probabilmente non conosce neanche il nome (o meglio cognome) Tredicine. Si tratta della famiglia che di fatto domina e gestisce gran parte del commercio ambulante nella Capitale, un business da diverse centinaia di migliaia di euro.

Tangenti e intimidazioni; le intercettazioni sui Tredicine

Stando a quanto riportato da il Messaggero, gli esponenti della famiglia avrebbero agito nel corso degli anni non proprio e non sempre nel rispetto della legge.

Attraverso un sistema di tangenti e intimidazioni, la famiglia era riuscita ad arrivare nei piani alti dell’amministrazione comunale.

Secondo le ipotesi investigative i Tredicine erano arrivati addirittura a decidere le assegnazioni dei posti per gli ambulanti creando un vero e proprio mondo parallelo e alternativo a quello legale e istituzionale.

Ma c’è di più. Dalle intercettazioni fatte dalle autorità sembra che la famiglia sia riuscita a influire sul mondo della politica facendo allontanare o emergere personaggi scomodi o convenienti. Questo almeno viene rivendicato da alcuni esponenti dei Tredicine, argomento sul quale indagheranno gli inquirenti.

Roma
Fonte foto: https://www.facebook.com/ramin.saravi

Nuovi problemi per Virginia Raggi

Il caos legato al commercio ambulante, qualcuno già parla di una nuova tangentopoli, imbarazza e non poco Virginia Raggi offrendo a Matteo Salvini un nuovo assist per continuare a chiedere le dimissioni del sindaco pentastellato, lasciando aperta la nuova battaglia per Roma.

ultimo aggiornamento: 02-05-2019

X