Risparmiare sulle commissioni di pagamenti e prelievi

Commissioni sul prelievo di denaro. Qualche consiglio su come risparmiare.

chiudi

Caricamento Player...

Europa e Commissioni sul prelievo Bancomat

La praticità dei bancomat e relativa alle carte di credito è qualcosa di riconosciuto e apprezzato, ma al contempo le commissioni sui prelievi rappresentano un problema notato e descritto da molte persone. A seguire vengono illustrate delle opzioni di risparmio su questo costo.

Viaggi e Carte Bancomat

Bancomat e strumenti di pagamento elettronici sono certamente pratici per chi si sposta e/o magari deve andare in vacanza e preferisce non portare denaro contante, sia per viaggiare più “leggeri” e con meno rischi, sia per non dover convertire gli euro in altra valuta una volta arrivati all’estero.
Se si è scelto di viaggiare in Europa, la questione e la gestione di Bancomat è ancora più semplice.
Ovviamente in Europa si può anche utilizzare moneta contante e quindi anche i pagamenti per mezzo di carte Bancomat possono essere realizzati con la stessa valuta, nel caso dei costi per l’impiego di strumenti di pagamento elettronico in Europa, questi sono estremamente più bassi o quasi annullati rispetto a confini Extra UE.

Fuori dalla UE

Nei casi in cui ci si trovasse in Paesi al di fuori dell’area Euro i prelievi al bancomat sono in linea generale il 96 per cento più costosi di quelli che si realizzano in Europa.
Occorre però rimanere un attimo nell’area Euro e fornire un consiglio su come risparmiare tali costi anche in questi Paesi. Un modo molto valido di abbattimento dei costi nella UE connesso all’impiego di Bancomat è quello di dotarsi di una carta di debito internazionale collegata ad un conto corrente online, sicuramente migliore di un Bancomat proprio in relazione ai costi, quest’ultimo infatti ha dei costi più alti del 20 per cento, le carte di credito del 64 per cento.

Le carte di debito internazionali funzionano in modo analogo al bancomat, ma offrono costi decisamente più bassi a chi viaggia spesso e ha la necessità di prelevare denaro all’estero con una certa frequenza. In ogni caso, teniamo presente che questa soluzione non è esente da costi per cui, se siamo in procinto di partire per le vacanze e ci serve prelevare solo in quella circostanza, la scelta meno dispendiosa probabilmente rimane quella di prelevare in ogni caso con la nostra solita carta, avendo a disposizione un circuito abilitato. Per quanto possa essere costosa la commissione su un prelievo infatti, non lo sarà mai come l’apertura di un nuovo conto internazionale.

certificato_unicasim