Con il lockdown meno incidenti stradali e meno morti

Con il lockdown meno morti sulle strade italiane

Coronavirus, con il lockdown in netto calo il numero di incidenti stradali e vittime.

Con il lockdown gli incidenti stradali sono diminuiti del settanta per cento circa, con una conseguente diminuzione del numero delle vittime.

Si tratta di un dato prevedibile. Il lockdown disposto dal governo italiano ha portato ad una netta diminuzione del traffico. Sulle strade italiane sono circolate solo poche auto. Quelle delle poche persone che hanno potuto lasciare la propria abitazione per motivi di comprovata necessità.

Coronavirus, con il lockdown calano incidenti e vittime

Siamo comunque di fronte a un risultato positivo, anche se in linea con le aspettativa. I dati ufficiali evidenziano come dal 1 marzo al 3 maggio gli incedenti stradali sono calati del 72 per cento circa rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda i decessi il dato scende da 275 a 82. Un calo del settanta per cento che ovviamente rappresenta una buona notizia. In netto calo anche il dato legato ai feriti. Nel periodo di riferimento sono 1.483 contro gli ottomila circa dell’anno precedente.

Incidente auto
Incidente auto

Una tendenza ‘da difendere’

Come evidenziato da La Repubblica, si tratta del calo più consistente da quando sono in vigore le statistiche sugli incidenti sulle strade italiane.

La speranza è che la tendenza possa rimanere la stessa o comunque che la curva non faccia registrare una netta impennata. Questo è possibile in quanto molte persone non hanno usato la macchina per un lungo periodo di tempo, perdendo così confidenza con il mezzo e tornando ad adottare uno stile di guida più prudente.

A questo potrebbe aggiungersi il fatto che molte persone potrebbero decidere di lasciare parcheggiata la propria auto preferendo ad esempio il monopattino elettrico, che sta prendendo piede sul territorio nazionale.

ultimo aggiornamento: 02-07-2020

X