Concetta Marruocco uccisa dall'ex: la triste verità sul braccialetto elettronico
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Concetta Marruocco uccisa dall’ex: la triste verità sul braccialetto elettronico

braccialetto elettronico

Uccisa dall’ex dopo anni di maltrattamenti: al caso di Concetta Marruocco si aggiungere un terribile dettaglio sul braccialetto elettronico.

Arrivano nuovi dettagli sull’omicidio di Concetta Marruocco, detta Titti, uccisa dall’ex con almeno 15 coltellate nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 ottobre. La donna è stata ammazzata da Franco Panariello, suo ex marito, sul quale pendeva un ordine restrittivo. L’uomo, inoltre, era obbligato ad indossare un braccialetto elettronico dopo essere stato il destinatario di un divieto di avvicinamento alla moglie, che l’aveva denunciato dopo anni di abusi. Proprio sul braccialetto sarebbero arrivate novità terribili.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

Concetta Marruocco, il giallo del braccialetto

braccialetto elettronico
braccialetto elettronico

Secondo quanto emerso fino ad ora dalle indagini, Concetta e la figlia 16enne avevano due telecomandi personali d’emergenza, uno ciascuna, che dovevano suonare non appena Franco Panariello si fosse avvicinato a 200 metri da loro. Il divieto nei confronti dell’uomo, infatti, era valido per entrambe.

Ma è proprio sul braccialetto e sul segnale di allarme che si vuole fare chiarezza in quanto, a quanto pare, quando questo è suonato l’assassino era già nella camera da letto della ex, poi uccisa con almeno 15 coltellate.

I fatti, come detto, sono avvenuti nella notte tra venerdì 13 ottobre e sabato 14 nella casa della donna di via don Pietro Ciccolini a Torre del Greco e per la 53enne infermiera non c’è stato nulla da fare.

Da quanto si apprende, solo un telecomando si è attivato ma il 55enne, sottoposto al braccialetto elettronico, era già dentro casa pronto a compiere il delitto.

La ragazza di 16 anni, invece, è stata svegliata dalle urla della donna.

I telecomandi sulla scena del crimine

Da capire anche un’altra vicenda relativamente all’omicidio di Concetta Marruocco. Infatti, pare che i telecomandi, ora sequestrati, siano stati ritrovati sopra i rispettivi comodini delle due donne.

In attesa che le indagini facciano il loro corso, in queste ore andrà in scena l’udienza di convalida del fermo per Panariello che sarà ascoltato dal gip alla presenza del suo avvocato Ruggero Benvenuto. Il 55enne è accusato di omicidio volontario pluriaggravato dai futili motivi, dall’uso dell’arma, dal legame di parentela con la vittima, dalla presenza della figlia minorenne e dalla premeditazione.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2023 11:42

Terrore a scuola, abusi su 7 minori: come agiva il preside

nl pixel