Codacons chiede il sequestro della SF1000: i dettagli

Codacons: “Sequestrare la SF1000”

Il Codacons chiede il sequestro della SF1000. Il motivo? La presenza dello sponsor Mission Winnow riconducibile al brand Philip Morris.

ROMA – Nuovo anno, battaglia vecchia. Il Codacons, come già successo in passato, ha chiesto il sequestro della SF1000, la nuova vettura della Ferrari. Il motivo, secondo quanto precisato da Motorsport.com, la presenza dello sponsor Mission Winnow, brand riconducibile a Philip Morris.

La vicenda è ancora agli inizi con l’associazione dei consumatori che ha chiesto l’intervento del Nas. Possibile una nuova battaglia legale con la Rossa che non ferma i propri lavori ed è pronta a scendere in pista a Barcellona per i primi test.

“Perché non si sono mossi dopo la presentazione della Ducati?”

La mossa del Codacons ha fatto irritare (e non poco) i vertici di Maranello. Dalla Rossa si critica il comportamento dell’associazione dei consumatori che ha presentato questo esposto subito dopo la prestazione della Ferrari mentre era rimasta in silenzio nei giorni successivi alla prima uscita in pubblico della Ducati.

Una disparità di trattamento che non è piaciuta neanche ai tifosi ferraristi che si sono scatenati sui social. Anche questo tentativo è destinato a fallire visto che non ci dovrebbero essere particolari problemi per la SF1000 che si prepara a scendere in pista.

Ferrari 2020
Fonte foto: https://www.ferrari.com/

La lunga battaglia tra Codacons e Ferrari

L’esposto presentato dal Codacons è solamente l’ultimo di una lunga battaglia che l’associazione dei consumatori ha intrapreso con la Ferrari. La presenza dello sponsor Mission Winnow non piace a Carlo De Rienzi che ha sin da subito collegato questo brand a Philip Morris.

Di pensiero diverso i giudici che fino a questo momento non hanno mai ordinato il sequestro della Ferrari. Una vicenda destinata a finire in Tribunale con la Rossa che, però, è pronta a pensare alla pista per cercare di ritornare ai vertici mondiali.

fonte foto copertina https://www.ferrari.com/

ultimo aggiornamento: 17-02-2020

X