Nancy Crampton, l’autrice del saggio “Come uccidere il marito”, è stata condannata per l’omicidio del coniuge.

Nancy Crampton è stata condannata per l’omicidio del coniuge. Nel 2007, scrisse il libro “Come uccidere il marito”. L’omicidio in questione sarebbe avvenuto nel 2018. La scrittrice del saggio, Nancy Crampton, 71enne, era stata arrestata nel 2018 con l’accusa di aver assassinato il proprio marito.

Daniel Brophy il nome della vittima e marito della scrittrice, è stato ucciso a sangue freddo da sua moglie da due colpi di pistola. Dopo quattro anni dall’omicidio, è stata emanata la sentenza: il 13 giugno il tribunale di Portland comunicherà la pena per la scrittrice 71enne.

Il procuratore distrettuale della contea di Multnomah Rod Underhill, in un avviso registrato presso la Circuit Court dello Stato dell’Oregon, annunciato per la prima volta da KGW8, ha scritto: “La donna ha organizzato e completato quello che ha accettato fosse l’omicidio ideale. Un omicidio che ha accettato l’avrebbe liberata dalle grinfie della miseria legata al denaro ed entrerebbe in un’esistenza di sicurezza ed esperienza monetaria”.

Tribunale
Tribunale

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il contenuto del saggio

All’interno delle pagine del saggio “Come uccidere il marito”, la scrittrice racconta ironicamente la sua passione per i gialli e per i casi di omicidio. Al termine del saggio, racconta l’omicidio di un ipotetico marito scrivendo che “ognuno di noi ne è capace, quando è abbastanza motivato”.

Il saggio parla di Jazz Jardine, dea della casa e mamma a tempo pieno. La donna a quarant’anni si ritrova in prigione per aver ucciso suo marito mentre lui passava l’aspirapolvere. Si tratta di un thriller rosa che racconta la vita di coppia.

L’opera, sembra una premonizione della morte del marito della scrittrice, Daniel Brophy. Difatti, il saggio venne scritto nel 2007 e l’anno dopo, il 2 giugno del 2008, suo marito venne assassinato. Stando a quanto dichiarato dal tribunale dell’Oregon la scrittrice Nancy Crampton avrebbe sparato al marito con lo scopo di ottenere gli indennizzi delle 10 assicurazioni sulla vita che la coppia aveva sottoscritto. L’ammontare di essere era in totale di circa 1,4 milioni di dollari (circa 1,3 milioni di euro).

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 27-05-2022


Ferrero e lo scandalo sui prodotti Kinder: partono le prime denunce

Cosenza, vicepreside copre i jeans strappati di una studentessa con lo scotch