Sono state confermate le condanne fino a 9 anni gli aggressori di Niccolò Bettarini. Il Pg: “Volevano uccidere il ragazzo”.

MILANO – Nessuno sconto di pena per gli aggressori di Niccolò Bettarini. Il Riesame ha confermato le condanne da 5 a 9 anni per le persone che hanno colpito con diversi fendenti il figlio dell’ex calciatore. Secondo il Pg i quattro volevano uccidere il ragazzo.

La sentenza di primo grado

In primo grado erano stati per tentato omicidio i quattro aggressori di Niccolò Bettarini che una sera dello scorso luglio fuori da una discoteca è stato preso a calci e pugni prima di essere accoltellato.

I giudici avevano riconosciuto la volontà di uccidere da parte degli arrestati che devono scontare pene di diversa severità. Davide Caddeo era stato condannato a 9 anni, 6 anni e sei mesi per Albano Jackej, 5 anni e sei mesi per Alessandro Ferzoco e 5 anni per Andi Arapi.

Il giudice aveva inoltre stabilito un risarcimento di 200 mila euro per Niccolò Bettarini rispetto ai 500 mila euro richiesti dalla vittima. Inoltre ha trasmesso tutti gli atti alla Procura perché durante gli interrogatori sono usciti i nomi di altre persone che hanno partecipato alla rissa ma finora non sono mai stati iscritti sul registro degli indagati.

Niccolò Bettarini
fonte foto https://www.facebook.com/style24jonni/?tn-str=k*F

Aggressori Niccolò Bettarini condannati, il commento della vittima

In aula era presente anche Niccolò Bettarini che all’uscita si è fermato a parlare con i giornalisti: “La verità – dichiara citato da Repubblica è venuta a galla. Credo che le pene siano giuste. Ho cercato di immedesimarmi in quei giovani e nel loro passato, senza per questo giustificare quanto successo. Ti interroghi e pensi che si può pensare e migliorare. Il risarcimento? Non vogliamo soldi ma solo giustizia ed ora è stata fatta“.

In attesa di possibili ricorsi in terzo grado si chiude una vicenda con i giudici che hanno condannato i responsabili dell’aggressione di Niccolò Bettarini. Tutti e quattro per tentato omicidio con la Corte che ha riconosciuto la loro intenzione di uccidere con gli otto fendenti.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/style24jonni/?tn-str=k*F

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
aggressione cronaca milano Niccolò Bettarini

ultimo aggiornamento: 28-10-2019


Metro B Roma, uomo si lancia sotto al treno alla stazione Garbatella. È morto

Violenza sulle donne, bambino di 10 anni fa arrestare il padre. 53enne morta nel Foggiano