Bologna-Inter, Antonio Conte in conferenza stampa

Bologna-Inter, Conte: “Mercato? Non si parla in conferenza stampa”

Serie A, Antonio Conte in conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Inter: “Servirà il cento per cento per vincere”.

Alla vigilia di Bologna-Inter, Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa ai microfoni dei giornalisti. L’allenatore nerazzurro ha voluto tenere alta la concentrazione della squadra, consapevole del fatto che i tanti impegni ravvicinati hanno tolto smalto al suo undici, al momento incoronato come anti-Juventus.

Bologna-Inter, la conferenza stampa di Antonio Conte

Antonio Conte ha parlato del Bologna, indicato come un avversario ostico, difficile da battere soprattutto per l’intensità.

“Il Bologna è un’ottima squadra, l’intensità è la sua arma migliore. È in forma nonostante la battuta d’arresto a Cagliari. Dovremo fare la nostra partita, prepararla bene e rispondere colpo su colpo. Servirà il cento per cento per vinceere”,

Il tecnico ha commentato poi la crescita di Lautaro Martinez, finito nel mirino di diverse squadre europee.

“È importante guardare il presente. Sta lavorando bene, ha fatto degli ottimi progressi, ma ha ancora margini di miglioramento. Ha 22 anni e deve continuare così, sapendo che può migliorare. Escono talmente tante notizie di mercato che non è un problema. Ho altre preoccupazioni al momento”.

Antonio Conte
Antonio Conte

Conte, “Il mio giudizio sulla VAR non è positivo”

L’allenatore nerazzurro si è poi inserito nella polemica sul VAR, divampata dopo la partita tra Napoli e Atalanta.

“Non viene utilizzato nello stesso modo da tutti. Soprattutto per le cose grosse è importante avere questo strumento perché toglie errori importanti ed è già una gran cosa. L’anno scorso ero più positivo, quest’anno non capisco il metro di giudizio e non il mio giudizio non è positivo. Mi rendo conto che non è facile fare l’arbitro. Se fossi io il direttore di gara mi metterei completamente nelle mani del Var. Sarebbe anche più sereno”.

Inevitabile poi un commento sul mercato anche alla luce dei tanti infortuni.

“Sono cose che non si devono discutere in conferenza stampa. Sono situazioni da discutere con la proprietà e i dirigenti, dove io dò il mio punto di vista. Magari non sarà il punto di vista giusto, ma noi abbiamo iniziato un percorso e lo stiamo portando avanti bene e in sintonia. Dobbiamo lavorare e crescere. Abbiamo cambiato 3 giocatori su cui l’Inter ha costruito la base negli anni passati e siamo ripartiti. Ci vorrà tempo, non abbiamo la bacchetta magica. La cosa buona è che c’è tanta disponibilità da parte dei giocatori e stiamo ottenendo risultati oltre le aspettative”.

ultimo aggiornamento: 01-11-2019

X