Inter-Milan. Pioli e Conte in conferenza stampa alla viglia del derby

Inter-Milan, Conte: “Handanovic? Ci sono i medici”. Pioli, “Ibra pronto”

Inter-Milan, la conferenza stampa di Antonio Conte e Stefano Pioli alla vigilia del derby. Il tecnico dei nerazzurri: “Diamo tempo ad Eriksen”.

Aria di vigilia a Milano, con Conte e Pioli che hanno parlato in conferenza stampa in vista della maxi sfida tra Iter e Milan. I nerazzurri vogliono riprendere il passo Scudetto di inizio stagione, i rossoneri cercano conferme dopo lo stop arrivato nell’ultima partita di campionato.

Milan-Spal Stefano Pioli Roma-Milan
Stefano Pioli

Inter-Milan, Antonio Conte in conferenza stampa

Il tecnico dei nerazzurri ha iniziato la sua conferenza stampa parlando del derby e delle insidie della partita contro il Milan.

“All’andata eravamo all’inizio del campionato, era la quarta giornata e nessuna delle due squadre sapeva che cammino si sarebbe prospettato. Il Milan aveva un altro allenatore in panchina, era Giampaolo. I derby sono sempre molto sentiti, quello di Milano è importante ma dovremo concentrarci sulla partita e soprattutto sui punti. Vale tre punti“.

“Per me il Milan vale molto di più dei punti che ha in classifica: è un’ottima squadra, hanno aggiunto un campione come Ibra che garantisce esperienza, fiducia, personalità. Però per me il Milan vale molto di più dei punti che oggi ha“, ha sottolineato Conte parlando della stagione e del valore dei rossoneri.

Riflettori puntati ovviamente sulle condizioni di Handanovic, alle prese con un infortunio alla mano.

“Per i discorsi medici, c’è uno staff che è giusto che entri nello specifico su certe situazioni: è molto più competente di me”.

Antonio Conte ha poi parlato dell’inserimento di Eriksen e del possibile impiego dal primo minuto nel derby.

“Eriksen è un giocatore arrivato all’Inter, con precise caratteristiche. Se l’abbiamo preso è per una determinata idea di gioco. Lavorare con lui è molto importante su entrambe le fasi. Entra in un mondo nuovo, non dimentichiamo che in Italia c’è molto più tatticismo e si chiede di più rispetto all’estero. Spesso non sono molto fissati su alcune situazioni: è giusto che abbia il suo tempi per entrare nella sua idea di gioco.

Mv Bologna 02/11/2019 – campionato di calcio serie A / Bologna-Inter / foto Massimiliano Vitez/Image Sport nella foto: Antonio Conte

Pioli, “Ibrahimovic è pronto, dobbiamo avere la sua faccia”

Pioli ha voluto sottolineare in apertura di conferenza stampa il buon lavoro svolto dalla squadra negli ultimi due mesi e non ha nascosto le sue ambizioni: vincere il derby.

“Loro hanno fatto meglio di noi fino a dicembre, ora stiamo cercando di recuperare posizioni. E anche che stiamo bene. Tutte le partite vanno preparate per vincere, ma queste sono partite che valgono di più. Dobbiamo giocare meglio degli avversari, così avremo più possibilità di vincere. Sono partite che vanno vinte, sempre speciali“.

Il tecnico del Milan ha parlato anche delle condizioni di Zlatan Ibrahimovic, che fino alla giornata di venerdì ha svolto lavoro individuale.

“Ha svolto lavoro programmato e individualizzato che doveva vederlo arrivare ad oggi per allenarsi con la squadra. Se supererà questo step, sarà a disposizione. Il suo percorso è stato giusto, non sono preoccupato. Manca lo step principale, l’allenamento con la squadra“.

Pioli ha chiuso definitivamente anche il caso Spalletti: “No, assolutamente. Non ho tempo per perdere tempo. Chi si concentra troppo su passato e futuro non si gode il presente. E il mio presente fa rima con le sfide come il derby. Tutta la mia attenzione è sulla partita“.

ultimo aggiornamento: 08-02-2020

X