La conferenza stampa del Presidente del Consiglio Mario Draghi al termine del Consiglio europeo del 21 e del 22 ottobre.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha parlato in conferenza stampa al termine del Consiglio europeo. Nel corso del suo intervento il premier si è soffermato soprattutto sul tema legato al costo dell’energia presentando le proposte avanzate dall’Italia e l’orientamento della Commissione europea.

Mario Draghi
Mario Draghi

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Consiglio europeo 21-22 ottobre, la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Mario Draghi

Il Consiglio europeo di oggi si è rivelato un Consiglio importante. I temi toccati sono quelli del prezzo dell’energia e della pandemia, tra gli altri. È stato toccato anche il tema dello stato di diritto per quanto riguarda la Polonia”, ha dichiarato il Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Il Premier ha poi parlato del tema del costo dell’energia presentando le proposte avanzate dall’Italia.

Per quanto riguarda l’energia, l’Italia ha chiesto di intervenire immediatamente. E l’Europa ha dato una buona risposta. Sullo stoccaggio siamo stati molto precisi avanzando l’ipotesi di uno stoccaggio integrato e abbiamo proposto di fare una sorta di inventario“.

Il Presidente del Consiglio ha poi sfiorato gli altri temi affrontati nel corso del Consiglio europeo.

Sulla Polonia c’è stata una discussione approfondita, poi abbiamo avuto una lunga discussione sull’immigrazione, come spesso accade”.

Di seguito il video della conferenza stampa del Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Caso Polonia, Draghi: “Regole chiare, la Commissione deve andare avanti”

Il Presidente del Consiglio ha poi parlato della questione polacca e del dibattito che divide l’Unione europea.

Per quanto riguarda la Polonia, non ci sono alternative. Le regole sono chiare. È stato messo in discussione il Trattato, la base dell’Unione. E la Commissione non può fare altro che andare avanti. Detto questo, è importante andare avanti con il dialogo con la Polonia. Grande disponibilità a continuare il dialogo politico. È molto importante il linguaggio e il rispetto delle posizione che non condividiamo. Se non c’è rispetto non c’è dialogo. In Europa nessuno dubita sul fatto che il nostro governo sia europeista“.

Questione migranti

Sono soddisfatto su come si è conclusa la discussione su questo punto. Per quanto riguarda la richiesta economica di alcuni Paesi per la costruzione dei muri […],la Commissione è contraria. E anche nel Consiglio europeo non siamo d’accordo in tanti”, ha dichiarato Draghi parlando del tema dei migranti.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

governo Draghi

ultimo aggiornamento: 22-10-2021


Smart working nella pubblica amministrazione, in arrivo le linee guida

Fatturazione a 28 giorni per Tim, la sentenza del Tribunale di Milano