L’intervento del Presidente del Consiglio Mario Draghi al termine del vertice Ue-Balcani Occidentali. Il premier risponde a Salvini: “Il governo non alza le tasse”.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha parlato in conferenza stampa al termine del Consiglio Ue-Balcani Occidentali. Rispondendo alle domande dei giornalisti, il premier ha risposto anche alle dichiarazioni del leader della Lega su discoteche, riforma fiscale e catasto.

Di seguito il video della conferenza stampa di Mario Draghi.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Vertice Ue-Balcani Occidentali, la conferenza stampa di Mario Draghi

Il ritiro dall’Afghanistan, per come è stato deciso, comunicato ed eseguito, e il cambio di intenzioni che ha riguardato il contratto tra Australia e Francia sulla fornitura di alcuni sottomarini nucleari, sono due messaggi che ci dicono che la NATO sembra meno interessata dal punto di vista geo-politico all’Europa e ha spostato l’interesse verso altre parti del mondo“, ha dichiarato il Presidente del Consiglio Mario Draghi parlando di due temi che hanno agitato l’Unione europea.

La seconda riflessione riguarda le relazioni internazionali. È pensabile che i paesi Ue possano coordinarsi per avere posizioni comuni e vincolanti? Nel campo della difesa si parla tanto di una autonomia strategica, ma senza coordinamento è difficile avere una difesa comune“, prosegue Draghi facendo il punto della situazione sui problemi che sembrano frenare il coordinamento e il lavoro dell’Unione europea.

Mario Draghi
Mario Draghi

Tensioni con Salvini sulla riforma del catasto: “Il governo non può seguire il calendario elettorale”

Il presidente del Consiglio Mario Draghi è poi tornato a parlare della riforma del catasto e delle tensioni con il leader della Lega Matteo Salvini.

Il governo va avanti e l’azione del governo non può seguire il calendario elettorale. Dobbiamo seguire quello negoziato con l’Unione europea per il Pnrr. Patrimoniale? Non c’è nessuna patrimoniale. Perché nascondersi dietro l’opacità e calcolare le tasse in base a numeri che non hanno senso? Non è meglio fare luce ed essere trasparenti? La decisione se far pagare o meno è una decisione diversa. Noi abbiamo deciso che non si tocca nulla. Questa revisione prende 5 anni, di eventuali revisioni se ne parla nel 2026. Il motivo per cui si fanno queste cose è per riequilibrare il carico fiscale perché ci sono tante persone che pagano troppo e tante persone che pagano meno“.

governo Draghi

ultimo aggiornamento: 06-10-2021


Austria, il Cancelliere Sebastian Kurz indagato per favoreggiamento della corruzione

Roma, Calenda: “Voterò Gualtieri”