Mario Draghi: rischio recessione basso. La BCE lascia i tassi di interesse invariati

Nessuna novità dalla BCE. La Banca Centrale lascia i tassi d’interesse invariati. Draghi: “Il rischio di recessione è basso”.

ROMA – Nuovo aggiornamento della Banca Centrale Europea. Nonostante le ultime novità dell’economia mondiale, l’Istituto ha deciso di mantenere invariati i tassi di interessi: quello principale resta allo 0%, quello sui prestiti marginali allo 0,25% e quello sui depositi a -0,40%.

La decisione – si legge in una nota riportata dall’ANSAè confermata fino all’estate del 2019 quando ci sarà il punto della situazione. Il Consiglio direttivo intende continuare a reinvestire integralmente il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attività per un prolungato periodo di tempo successivamente alla data in cui inizierà a innalzare i tassi d’interesse“.

Mario Draghi
Mario Draghi in conferenza stampa (fonte foto https://twitter.com/ecb)

Mario Draghi in conferenza stampa: “La minaccia del protezionismo pesa sulla fiducia economica”

I dati pubblicati dalla BCE sono stati accompagnati della conferenza stampa del governatore Mario Draghi: “La minaccia del protezionismo – precisa citato dall’ANSApesa sulla fiducia economica. L’inflazione nell’eurozona è destinata rallentare per il calo dei prezzi del petrolio ma anche le lunghe trattative sulla Brexit per la crescita economica“.

Nonostante tutte queste – rassicura Draghi – il rischio recessione è molto basso. Le banche? Il settore bancario è molto più solido di quanto si possa pensare e soprattutto rispetto all’inizio della crisi. Noi come BCE non abbiamo esaurito le munizioni e siamo pronti ad intervenire con la cassetta degli attrezzi se ce ne dovesse essere bisogno“.

Di seguito il video con la conferenza stampa di Mario Draghi

Parole fiduciose di Mario Draghi che esclude un rischio di recessione imminente dopo gli ultimi dati dell’economia mondiale. La stessa Bankitalia aveva alzato l’attenzione sulla vicenda parlando dell’Italia. Ma la BCE tranquillizza tutti gli Stati ma soprattutto si dice pronta ad intervenire in caso di bisogno da parte di qualche Stato.

fonte foto copertina https://twitter.com/ecb

ultimo aggiornamento: 24-01-2019

X