Omicidio Pesaro, Matteo Salvini in conferenza stampa dopo la morte del fratello del collaboratore di giustizia: “Aveva chiesto da due anni e mezzo di uscire dal programma di protezione”.

Intervenuto a Pesaro per la conferenza stampa in seguito alla morte del fratello di un collaboratore di giustizia, il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha fatto il punto sulle indagini rispondendo alle domande dei giornalisti presenti.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/salviniofficial/

Omicidio Pesaro, Matteo Salvini in conferenza stampa: “Questo signore aveva chiesto da due anni e mezzo di uscire dal programma di protezione”

Nel corso della conferenza stampa nella Prefettura di Pesaro, Salvini ha parlato della morte del fratello del collaboratore di giustizia ucciso con venti colpi di pistola. “Questo signore aveva chiesto di uscire da due anni e mezzo dal programma di protezione, vediamo che cosa non ha funzionato. A lui va comunque il mio pensiero e una preghiera.

La Marche e i marchigiani sono più forti di questi fenomeni, stiamo attenti e staremo attenti alle infiltrazioni mafiose, ma sono in orgoglioso dell’enorme lavoro delle forze dell’ordine. Per fortuna i dati ci dicono che le Marche e i marchigiani sono più forti di qualunque infiltrazione criminale“.

Di seguito il video della conferenza stampa condiviso sulla pagina Facebook di Matteo Salvini

Salvini sulla lotta alla mafia: “Stiamo sequestrando e confiscando beni”

Matteo Salvini ha poi risposto alle critiche delle opposizioni che lo hanno accusato di aver abbassato la guardia di fronte alla mafia. “Stiamo sequestrando e confiscando beni ai mafiosi, però sono orgoglioso dei lavoro che le forze dell’ordine stanno facendo in questa splendida regione che non merita di essere accostata a certi fenomeni“.


Inter-Napoli, Salvini sulla morte del tifoso: “Non si può morire per una partita di pallone”

Terremoto a Catania, Di Maio: dichiareremo lo stato di emergenza