Finale Coppa Italia 2020, la conferenza stampa di Maurizio Sarri alla vigilia di Napoli-Juventus: “Le sfide adesso sono particolari”.

In occasione della conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa Italia contro il Napoli, il tecnico della Juventus Maurizio Sarri ha fatto il punto sulla condizione della squadra e si è lasciato andare ad uno sfogo parlando della sua bacheca italiana.

Finale Coppa Italia Napoli-Juventus, la conferenza stampa di Sarri

Nella prima parte della conferenza stampa Sarri ha analizzato la partita del Napoli contro l’Inter e ha evidenziato quelle che possono essere le insidie della finale.

“Le sfide di adesso sono particolari, non c’è altro tipo di soluzione. Diventano partite difficilissime. Ma fa parte dell’anormalità di questo periodo. Nella partita contro l’Inter visto un Napoli che ha cercato di andare a prendere alti gli avversari. Poi non so se si sia adeguato alle condizioni fisiche o al risultato ma ha cercato di aspettare gli avversari più bassi. Sono difficili da affrontare, sono solidi e pericolosi. Negli ultimi tempi ha vinto con l’Inter, con la Juve e ha pareggiato con il Barcellona”.

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri

‘Primo trofeo in Italia?’. Lo sfogo dell’allenatore della Juventus

Sarri ha poi risposto in maniera piccata alla domanda sulla possibilità di vincere il suo primo trofeo italiano proprio contro il Napoli, squadra che il tecnico ha portato alla consacrazione e grazie alla quale l’allenatore è diventato uno dei più apprezzati anche sul palcoscenico internazionale.

“Mi girano leggermente i cogl… quando sento dire che io non ho vinto niente in Italia. Ho fatto otto promozioni da una categoria all’altra. Sono andato sul campo in Coppa dei Campioni. È un percorso difficile perché prendere delle promozioni nelle categorie inferiori è difficilissimo. Sono contento di averlo fatto

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news Coppa Italia Juventus Napoli Napoli-Juventus sport

ultimo aggiornamento: 16-06-2020


Serie A, la nuova stagione al via il 12 settembre?

Gattuso: “Dobbiamo dare il massimo per noi e per la città”