Lo studio di un team di ricercatori della Washington University di St. Louis sulle conseguenze a lungo termine del Covid.

Lo studio condotto da un gruppo di esperti della Washington University di St. Louis riporta alla ribalta quelle che sono le conseguenze a lungo termine del Covid, anche nei soggetti colpiti solo da forme lievi.

Si tratta di fatto della conferma che l’incubo non finisce con la guarigione e con il superamento della fase acuta della malattia. Il nuovo coronavirus ha un impatto violento sul nostro organismo e lascia il segno. Purtroppo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le conseguenze del Covid: per i soggetti che hanno contratto il virus aumentano i rischi legati a malattie cardiovascolari

Lo studio in questione, pubblicato su Nature, dimostra che l’infezione aumenta del sessanta per cento circa il rischio di incorrere in una malattia cardiovascolare. Per più della metà del campione è aumentato il rischio legato a ictus e infarto, quindi eventi particolarmente gravi. La notizia preoccupante è che il rischio aumenta anche per chi ha contratto solo una forma lieve.

Coronavirus Covid
Coronavirus Covid

L’importanza del vaccino

Il nostro studio mostra che il rischio di malattie cardiovascolari si estende ben oltre la fase acuta della malattia“, osservano gli esperti che hanno condotto lo studio sulle conseguenze a lungo termine del Covid.

I ricercatori inoltre ribadiscono come i vaccini rappresentino la miglior arma contro il Covid: “Se nel 2020 abbiamo visto situazioni molto diverse da Paese a Paese, nel 2021, pur nelle diversità, emerge con chiara evidenza un elemento comune: dove la copertura vaccinale aumenta e raggiunge determinati livelli, l’effetto della pandemia sulla mortalità è minimo“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 15-02-2022


Robinho, confermata la condanna a nove anni di carcere. Mandato d’arresto internazionale

Green Pass verso l’abolizione: ecco quando sarà tolto