Il trading di criptovalute offre eccellenti opportunità di profitto, ma richiede più attenzione ed esperienza di altri mercati in quanto è straordinariamente volatile.

Le strategie di trading criptovalute sono tante, le piattaforme crescono di giorno in giorno come si può notare dalle statistiche aggiornate in modo costante. I dati (okforex.it) riportano che l’80% dei trader principianti abbandona il mercato nel giro di due anni, il che significa che da un lato la concorrenza non sarà mai così alta, dall’altro che ci vuole quel minimo di impegno per riuscire a navigare nel mare del trading.

Quali sono, dunque, i passi vincenti per un trader che possa navigare tra successo e sicurezza nel mondo della criptovaluta? Ecco di seguito alcuni dei migliori consigli aggiornati per non sbagliare e avere le migliori possibilità in questo mondo.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

investimento monete rendita

Imparare a leggere i grafici

Saper interpretare i grafici di Bitcoin criptovaluta grazie ad un’accurata analisi tecnica è molto importante nel trading di criptovalute. L’analisi grafica si basa sul fatto che, poiché gli investitori avrebbero un comportamento che si ripete nel tempo al verificarsi di determinate condizioni, i prezzi si muoveranno di conseguenza. Questo consentirà di fare autonomamente previsioni sui movimenti futuri di un asset e prendere decisioni di conseguenza. Si potrà meglio sapere su quale criptovaluta investire, e quando e come acquistare Bitcoin.

Diversificare il proprio investimento

Questo è un consiglio che vale per qualsiasi investimento. Anche nel caso del trading di criptovalute, investire tutto in un’unica valuta digitale potrebbe portare alla perdita di tutto il capitale investito. Informarsi sui modi per comprare Bitcoin è bene (del resto si può comprare Bitcoin con carta di credito, ma c’è una vasta gamma di criptovalute su cui investire. Una volta apprese le caratteristiche del settore, sarà facile sbizzarrirsi su alcune di esse. Un ulteriore consiglio: spesso, l’intero settore delle criptovalute segue un’unica tendenza. Diversificare su altre criptovalute a volte può non essere sufficiente, quindi è meglio optare per altri asset come materie prime, coppie di valute forex o indici di borsa.

Gestire il rischio

Alcune persone che offrono suggerimenti per il trading di criptovalute potrebbero non avere a cuore i migliori interessi degli altri. Il mondo del trading di criptovalute richiede di stare accorti e di non fidarsi di chiunque. Valutare bene il proprio broker e, soprattutto, impostare dei limiti personali su quanto investire in una particolare valuta digitale. In questo modo non si rischierà di perdere un ingente capitale per nulla. Il rischio sarebbe da impostare in base a quanto è possibile perdere senza accusare particolarmente la perdita in questione. 

Alcune delle piattaforme di trading più sospette suggeriscono che il trade dovrebbe massimizzare i propri soldi scommettendo il più possibile. Questo è un modo rapido per perdere tutto. Il modo migliore di procedere nel trading di criptovalute, solitamente, è quello di utilizzare solo una certa percentuale del capitale di investimento, ad esempio il 5%, e mantenere sempre un fondo di cassa di emergenza che non venga mai investito nel mercato.

Confrontare i broker

Su quale piattaforma di criptovaluta scegli di fare trading è una delle decisioni più importanti che un trader deve prendere. Ci sono diversi fattori da considerare in questo senso per agire nel modo migliore possibile. Alcuni broker sono specializzati in trading di criptovalute vero e proprio, altri meno. Oppure, semplicemente, offrono prodotti diversi. I moltiplicatori di criptovaluta, per esempio, offrono una maggiore leva finanziaria e quindi rischio e rendimento entrambi maggiori. Prodotti innovativi come questi potrebbero fare la differenza quando si apre un conto di day trading di criptovalute.

Non dimenticare di controllare le commissioni

Ogni exchange offre diversi tassi di commissione, e ci sono tre commissioni principali da confrontare:

  • Commissioni di cambio – Questo è quanto verrà addebitato per utilizzare un determinato software di criptovaluta. La valuta e le monete che si decidono di utilizzare possono influenzare il tasso.
  • Commissioni commerciali – Questo è l’importo che verrà addebitato per il trading tra valute quando avviene l’exchange. Una commissione di marcatore è il costo per fare un’offerta di vendita. Una commissione per l’acquirente è il costo per accettare un’offerta da qualcuno.
  • Commissioni di deposito e prelievo – Questo è l’importo che verrà addebitato quando si desidera depositare e prelevare denaro. Spesso è più economico depositare i propri fondi, e alcuni exchange non consentono le carte di credito. L’utilizzo di addebito/credito di solito comporta un addebito del 3,99%, un conto bancario di solito comporta un addebito dell’1,5%.

Per concludere

Quanto più ci si informerà con costanza nel trading di criptovalute, tanto più si potranno ottenere risultati soddisfacenti. L’importante è attenersi a fonti affidabili e non avere fretta di investire i propri risparmi. Del resto, il trading è un treno sempre in corsa.

ultimo aggiornamento: 28-09-2021


Superlega, la UEFA chiede la ricusazione del giudice del Tribunale di Madrid (cosa significa)

Quand’è il momento giusto per dare la carta di credito ai figli?