Viaggi avventurosi o imprevisti? Ecco alcune regole sempre valide

Siamo amanti dei viaggi avventurosi o vogliamo solo provare un’esperienza diversa dal solito? Ecco cinque consigli da non dimenticare.

chiudi

Caricamento Player...

Non tutti amano viaggiare, anche per piacere, con tutto perfettamente organizzato e stabilito, così come è un dato di fatto che il tradizionale viaggio organizzato non incontra gli appetiti di tutti. C’è chi preferisce darsi a viaggi avventurosi nel mondo, dove l’importante è raggiungere una meta e poi, da quel luogo, conoscere il maggior numero possibile di cose, senza troppi pensieri o preoccupazioni. Ma anche per chi preferisce modalità tradizionali, ci sono alcuni accorgimenti che sono sempre validi, appena ci allontaniamo dalle strade più percorse. Ecco alcuni consigli per affrontare al meglio l’avventura!

Portiamoci sempre un po’ di contante

Viaggi e avventure nel mondo spesso sono sinonimi di zone selvagge o poco popolate. Certo, nelle capitali e in generale nelle grandi città ci possiamo arrangiare con il denaro elettronico, vista l’enorme diffusione delle carte e degli altri sistemi di pagamento, ma un buon viaggiatore sa che non tutti i posti sono uguali. Vale soprattutto la regola secondo la quale è bene informarsi prima, ma in ogni caso è sempre bene avere un po’ di denaro diviso fra varie tasche e borse, in modo da poter pagare qualcosa. Questo ci permette sia di attraversare le zone meno “tecnologiche”, sia di fare fronte a un imprevisto come una carta di credito che si smagnetizza.

Cerchiamo di non essere troppo appariscenti

Una raccomandazione che vale soprattutto per chi ama viaggiare fra le persone, magari anche in zone isolate o poco conosciute, oppure per chi frequenta soprattutto le grandi città. I turisti sono da sempre un bersaglio appetibile per i malintenzionati. Equipaggiarci con una buona assicurazione viaggio è fra i consigli preziosi, ma è indispensabile anche essere piuttosto cauti. Insomma, per farla semplice, evitiamo tutti quegli atteggiamenti da cliché del turismo.

Cerchiamo di non essere più chiassosi dei presenti, di non abbigliarci in modo troppo appariscente o comunque troppo diverso dalle persone che ci circondano. Infine evitiamo, se la zona non ci sembra più che sicura, di ostentare denaro, gioielli o comunque beni di valore, come macchine fotografiche e dispositivi elettronici.

Viaggi avventurosi città
Fonte foto: pixabay.com/it/vicolo-strada-citt%C3%A0-urbano-2616862/

Impariamo almeno qualche parola nella lingua

Pensare che all’estero troveremo sicuramente qualcuno che parla italiano o che ci si possa capire solo a segni è decisamente un errore da viaggiatore inesperto, ma stiamo attenti a non sopravvalutare nemmeno l’inglese. Anche se ormai almeno qualche parola è compresa da moltissime persone in tutto il mondo, non è così scontato che lo capiscano proprio tutti.

Prima di partire per un viaggio sarebbe sempre opportuno imparare almeno qualche parola fondamentale nella lingua madre della nazione o delle nazioni che stiamo per visitare. Oltre a essere un buon modo per allargare i nostri orizzonti e tornarci utile qualora abbiamo a che fare con chi non parla altre lingue, è anche una forma di cortesia e rispetto nei confronti delle persone che incontreremo durante il viaggio.

Informiamoci sugli usi e i costumi

Lo abbiamo visto o letto anche nei racconti di viaggi avventurosi: il turista o lo straniero vengono immediatamente messi in prigione, o peggio, per non aver rispettato un’usanza o una tradizione. Nella realtà le cose non sono così drammatiche (ma controlliamo: in alcuni stati sono illegali azioni per noi normalissime). Ricordiamoci che le persone con cui avremo a che fare potrebbero non trattarci come turisti, se siamo in viaggio d’avventura senza guide e senza un programma. Pertanto, è sempre bene sapere cosa ci potrebbe aspettare. Per fare alcuni esempi molto semplici, alcune cose che noi diamo assolutamente per scontate come stringere la mano per salutare, usare le posate a tavola o soffiarci il naso possono essere considerate maleducate o addirittura offensive. In alcuni paesi infatti non ci si tocca mai se non si è familiari, in altri si mangia con le mani, e in altri ancora soffiarsi il naso è considerato un bisogno fisiologico e si fa solo in bagno. Per fortuna oggi con Internet bastano pochi minuti per conoscere tutte le usanze e prepararci ai nostri viaggi avventurosi evitando il rischio di situazioni imbarazzanti.

Attenzione all’acqua potabile

Viaggi e avventure nel mondo non possono fermarsi per colpa di una infezione batterica. Per banale che possa sembrare, cerchiamo di evitare sempre l’acqua corrente, per evitare il rischio di infezioni e batteri. Preferiamo sempre quella in bottiglia. Anche se questa è una precauzione quasi banale, non lo è se pensiamo alle preparazioni: se ci offrono una spremuta di frutta allungata con acqua, o una bevanda preparata con uno sciroppo, alla base potrebbe esserci acqua corrente e sortire lo stesso effetto. Attenzione anche al ghiaccio usato per rinfrescare le bevande, potrebbe essere fatto con l’acqua del rubinetto.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/piedi-stivali-salto-avventura-moda-767045/

Polizza Viaggio