Dieci consigli per viaggiare sicuri in tutto il mondo e godersi il viaggio

Dieci consigli per viaggiare sicuri

Viaggiare sicuri e senza problemi è semplice. Basta seguire qualche consiglio e affidarci al nostro buon senso.

Viaggiare è senza dubbio una delle cose più piacevoli che possiamo fare nel nostro tempo libero. Ma se non siamo tipi da viaggio organizzato o villaggio turistico, sappiamo che si può incorrere in qualche imprevisto. Viaggiare sicuri insomma è un “mestiere” che nella maggior parte dei casi si impara con l’esperienza. Ma grazie ad alcuni consigli dei viaggiatori più esperti, può diventare facile anche per i turisti o i viaggiatori alle prime armi.

Viaggiare sicuri, i consigli pratici e quelli organizzativi

Per migliorare la qualità della nostra esperienza e fare un viaggio sicuro spesso sono sufficienti alcuni semplici accorgimenti. Alcuni sono trucchetti pratici usare quando siamo a destinazione, mentre altri richiedono un po’ di organizzazione, prima di partire o appena arrivati. ecco i migliori.

La Farnesina: Viaggiare sicuri e informati

Fra le numerose risorse per viaggiatori il sito della Farnesina è senza dubbio uno dei più sottovalutati. Ha un sito e una pagina ufficiale nella quale possiamo vedere tutte le allerte per la sicurezza presenti nel mondo.

Viaggi Sicuri Farnesina

Oltre a eventuali notizie dell’ultimo minuto, contiene una scheda per ogni paese, in cui sono evidenziati i rischi permanenti. Grazie a queste informazioni possiamo scegliere le nostre mete per viaggi sicuri.

Chiediamo consigli alle persone del posto

Grazie anche a una maggiore circolazione delle informazioni, oggi il fatto che ci siano posti e location pensati apposta per i turisti è cosa nota. In inglese esiste anche il termine tourist trap che indica appunto le location fatte apposta per attirare i turisti (e il loro denaro).

Il modo migliore per evitare questo è chiedere consigli alle persone del posto. Ma prima di affidarci ai primi sconosciuti che passano per la strada, possiamo affidarci a Internet. Magari facendo una ricerca sui siti e le community che vanno per la maggiore nel luogo di riferimento. Per esempio negli Stati Uniti esiste Craiglist, un sito specializzato in gruppi di discussione locali

Informiamo il Ministero sui nostri spostamenti

Questo vale in particolare per chi viaggia zaino in spalla o si sposta molto per lavoro. il sito dovesiamonelmondo.it permette a qualsiasi cittadino di segnalare i propri spostamenti.

Lo scopo di questo sito è permettere al Ministero degli Affari Esteri di sapere dove si trovano i cittadini, e poter intervenire in modo più rapido ed efficace in caso di crisi o emergenze. In questo modo, qualsiasi sia la ragione del nostro viaggio, potremo contare su un rapido intervento dello Stato in caso di emergenza.

Scriviamoci le informazioni di emergenza

Per quanto ci sforziamo di fare un viaggio sicuro, l’imprevisto può essere dietro l’angolo. In quel caso, potremmo avere bisogno dei numeri utili, per esempio quello della nostra agenzia di viaggi o dell’ambasciata. Averli già scritti in un unico posto ci permette di raggiungerli facilmente, senza bisogno di cercarli.

Incidente bici auto
Incidente bici auto

Possiamo anche solo scriverli in una nota nel nostro smartphone, anche se i veri “viaggiatori professionisti” si preparano un foglietto di carta plastificato prima di partire.

Facciamo una buona assicurazione viaggio

Se vogliamo che il nostro viaggio sia davvero sicuro e sereno allora una assicurazione viaggio ci permette di affrontare qualsiasi destinazione nel più completo relax.

Per esempio l’offerta di Polizzaviaggio.it ci permette di viaggiare sicuri, proteggendoci da imprevisti, furti e incidenti. Possiamo farla direttamente da casa prima di partire, e affrontare i nostri viaggi in completa serenità.

Teniamo sempre un occhio sui nostri bagagli

Questo vale soprattutto quando ci stiamo trasferendo, cioè viaggiando da un posto all’altro con tutti i bagagli. Dovremmo sempre tenere d’occhio tutte le nostre cose. Ci sono anche piccoli trucchetti per rendere il nostro bagaglio meno appetibile, per esempio coprire lo zaino con un telo antipioggia.

bagaglio cellophane
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/carrello-aeroporto-uomo-in-attesa-2733067/

Grandi stazioni, aeroporti o luoghi affollati sono i luoghi preferiti dai borseggiatori, quindi non lasciamo mai i bagagli incustoditi. Anche nei posti meno soggetti ai furti con destrezza infatti, potrebbero scattare i sistemi di sicurezza, e la nostra valigia potrebbe essere trattata come un oggetto pericoloso.

Teniamo sempre un po’ di contante in posti diversi

Prima di tutto perché esistono ancora posti in cui non si può pagare con le carte di credito o di debito, e poi perché nel caso in cui perdessimo il portafoglio, o ci venisse sottratto, avremmo sempre un po’ di denaro con noi.

L’ideale è tenere un po’ di banconote in almeno due posti separati, oltre al portafoglio, per fare fronte a tutte le principali emergenze.

Vita notturna? Si ma con cautela!

Questo vale soprattutto per chi viaggia zaino in spalla, oppure viaggia da solo. Un buon aperitivo, un concerto o una serata non hanno mai fatto male a nessuno, ma ci sono alcune precauzioni da tenere presenti.

Prima di tutto, evitiamo di fare festa fino all’incoscienza, per evitare di diventare facili bersagli di malintenzionati. Poi, informiamoci sugli orari dei mezzi e sulla zona che stiamo frequentando. Nessuno vuole trovarsi a uscire dal peggior bar della città completamente da solo, alle quattro del mattino in un quartiere sconosciuto e malfamato. A buon intenditor…

Non sottovalutiamo le risorse turistiche

Anche se è vero che alcune volte le attrazioni e i servizi dedicati ai turisti sono quelli meno affascinanti e caratteristici, è anche vero che spesso sono le opzioni più sicure.

Atto di vendita
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/mano-auto-consegna-auto-3265578/

Insomma, fidiamoci del nostro giudizio, ma ricordiamoci che in alcuni casi vale la pena di spendere un po’ di più per tutelare la nostra sicurezza. Per esempio, se dobbiamo affittare un’auto, probabilmente le catene internazionali saranno più costose delle attività locali, ma offriranno standard qualitativi più alti.

Evitiamo di prelevare denaro per strada

Le truffe che coinvolgono gli sportelli ATM (i “bancomat”, come li chiamiamo in Italia) esistono in tutto il mondo. Solo che se sotto casa abbiamo la sicurezza di sapere più o meno quello che succede, quando siamo all’estero saremo in territorio sconosciuto.

Non importa se siamo in una metropoli occidentale o in un paesino sperduto in qualche località esotica, il rischio di venire truffati al bancomat (o essere “puntati” dai locali dopo il prelievo) è praticamente lo stesso. Limitiamo il più possibile queste operazioni, preferendo gli sportelli che si trovano all’interno dell’albergo, del resort, oppure di banche e centri commerciali.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/photos/adulto-asia-asiatici-bangkok-bella-2693054/

ultimo aggiornamento: 23-05-2019

X