Moscopoli, le consulenze di Savoini pagate dalla Regione Lombardia

Moscopoli, le consulenze di Savoini pagate dalla Regione Lombardia

Le consulenze di Savoini pagate dalla Regione Lombardia. Secondo L’Espresso l’ex portavoce di Salvini è riuscito a collaborare con partecipate vicine al Pirellone.

MILANO – Le consulenze di Savoini pagate dalla Regione Lombardia. L’indagine de L’Espresso sull’ex portavoce di Salvini non si ferma e porta alla luce una collaborazione tra il principale indagato per il caso Moscopoli e il Pirellone. Secondo quanto precisato dal settimanale, il braccio destro del leader della Lega è riuscito a ritagliarsi uno spazio nelle aziende partecipate vicino alla Regione gestita da Attilio Fontana e negli organi di vigilanza non per meriti professionali ma per fedeltà politica.

L’inchiesta de L’Espresso

L’inchiesta de L’Espresso mette in evidenza come Mr. Russiagate a partire da giugno 2018 ha incassato soldi provenienti da risorse pubbliche della Regione Lombardia. Una vicenda che (non casualmente) coincide con la salita della Lega a Montecitorio.

Secondo quanto ipotizzato dal settimanale, Salvini con questi lavori ha voluto ricompensare i suoi fedelissimi. E tra questi non poteva mancare Savoini, ex portavoce e principale protagonista per quanto riguarda la trattativa con il Cremlino. Il giornale, inoltre, è entrato in possesso di carte che evidenziano una collaborazione iniziata a maggio del 2018 con una controllata dalla Regione Lombardia che ha come azionista di maggioranza lo stesso Pirellone.

Gianluca Savoini
Gianluca Savoini (fonte foto https://twitter.com/PPacioni)

Savoini nella bufera

Un’inchiesta quella de L’Espresso che non dovrebbe portare all’apertura di un fascicolo ma sicuramente ad un approfondimento da parte della Procura di Milano. I magistrati nelle prossime settimane cercheranno di capire se la collaborazione tra Savoini e la Regione Lombardia è avvenuta attraverso partecipate oppure se nella trattativa con il Cremlino erano previsti anche dei fondi da dedicare al Cremlino.

La posizione dell’ex portavoce di Salvini è sempre più a rischio mentre al momento non risulta un coinvolgimento da parte del leader della Lega che ha sempre smentito di aver ricevuto rubli.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/gianlucasavoini

ultimo aggiornamento: 13-09-2019

X