Cambiano i decreti Sicurezza e Quota 100 finisce in soffitta: Conte ‘cancella’ quel che resta della Lega nel nuovo governo giallorosso.

Con l’annuncio del superamento di Quota 100, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte di fatto ha annunciato lo smantellamento di quel che resta dei mesi di governo a capo della coalizione giallo-verde, formata da Movimento 5 Stelle e Lega.

Il Governo è al lavoro per superare Quota 100, che non sarà rinnovata, e per varare la modifica dei decreti Sicurezza noti anche come decreti Salvini. Un duro colpo per il leader leghista che non a caso ha fatto sapere di essere intenzionato ad opporsi.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Il governo si sposta a sinistra

Non ci sono dubbi che il governo sia decisamente meno verde e più rosso, con il Pd che dall’inizio ha preso il timone della politica estera riportando l’Italia nelle acque sicure dell’Europa.

L’Italia populista, vista con una certa diffidenza da molte capitali europee, è diventata una delle principali interlocutrici di Parigi, Berlino e della stessa Bruxelles, che per Roma si è spesa di fronte all’emergenza coronavirus.

A prescindere dalle valutazioni di merito e limitandoci ai dati di fatto, possiamo affermare che del governo con la Lega di fatto è rimasto ben poco o comunque rimarrà ben poco in poco tempo.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Conte ‘cancella’ quel che resta della Lega nel governo

Per quanto riguarda i decreti Sicurezza si procederà con una revisione più larga di quella richiesta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. I decreti Salvini, con il nuovo decreto immigrazione, vengono svuotati della loro essenza. Quota 100, fiore all’occhiello dell’economia leghista, non sarà confermata. E non è da escludere che la nuova riforma delle pensioni presterà attenzione alle indicazioni europee sul bilancio.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 28-09-2020


Conte, ‘Su Recovery Plan non possiamo fallire’. Visco, ‘Dal Mes solo vantaggi economici’

Recovery fund, Conte: “Non siamo in ritardo con i tempi”