La scuola e lo sport di contatto, i due temi che agitano la maggioranza. E il ministro Spadafora scrive al premier.

ROMA – Ore di fibrillazione all’interno della maggioranza con il premier Conte chiamato a trovare un compresso su due argomenti che stanno creando divisioni all’interno della maggioranza: scuola e sport di contatto.

Sulla prima le proteste non mancano con la ministra Azzolina costretta a fare un passo indietro per trovare un accordo con le Regioni. La discussione è stata rinviata di un giorno per cercare di trovare un’intesa definitiva.

Conte alle Regioni: “La scuola è il pilastro del nostro sistema sociale”

Le regioni bussano alla porta di Palazzo Chigi e la risposta del premier non si è fatta attendere. Il presidente del Consiglio, come riportato da La Repubblica, avrebbe rassicurato sull’impegno del Governo sulla scuola anche se per i maggiori fondi ci vuole ancora qualche giorno.

La scuola è un pilastro del nostro sistema, sono i nostri bambini, il nostro futuro. E’ normale che ci sia molta preoccupazione“, le parole del premier.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Spadafora ‘sfida’ il Comitato tecnico-scientifico

L’altro argomento sotto la lente di Palazzo Chigi è quello degli sport di contatto. Il no del Comitato tecnico-scientifico ha provocato la dura reazione da parte di tutte le Federazioni che hanno espresso “tutta la propria delusione per un veto che blocca ulteriormente, non solo l’attività sportiva delle proprie discipline, bensì la grande maggioranza dello sport italiano“.

Decisione non condivisa neanche dal ministro Spadafora che, come riportato da Il Messaggero, avrebbe inviato una lettera al presidente del Consiglio confermando il suo parere positivo alla ripresa di tutte le attività sportive. “Pur riconoscendo l’alto valore del lavoro svolto in questi mesi – si legge nella missiva – il parere del Cts non è del tutto dirimente sugli sport di contatto. Le valutazioni di specie non spettano esclusivamente alle autorità sanitarie ma al Governo che, nella piena assunzione delle proprie responsabilità, si determina sulla base del contesto generale, in ordine ad un quadro di valutazioni più ampie e approfondite“.

Dl Giustizia approvato alla Camera

Il dl Giustizia è stato approvato alla Camera con 256 voti a favore, 159 i voti contrari e 4 gli astenuti.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Giuseppe Conte politica scuola sport di contatto

ultimo aggiornamento: 26-06-2020


Caso Procure, chiesto processo disciplinare per Palamara e altri nove

Annullata la delibera sul taglio dei vitalizi in Senato. Crimi: “Schiaffo al Paese che soffre”