Quando e come contestare una transazione su carta di credito

Tempestività e necessaria conoscenza della prassi

Per contestare una transazione su carta di credito è necessario operare entro 60 giorni dalla transazione inviando raccomandate alla banca e alla società emittente.

Misure di sicurezza sulla carta di credito

Passati 60 giorni dall’addebito di una somma su una carta di credito, la transazione si ritiene pienamente valida e pertanto sarà impossibile contestarla e recuperare il denaro indebitamente prelevato.

Il modo migliore per accorgersi immediatamente dei movimenti avvenuti attraverso la propria carta di credito è controllare immediatamente lo scontrino rilasciato dall’esercente presso cui si è effettuato una acquisto con la carta. In questo modo si sarà certi che l’importo sia corretto e che non sia stato addebitato più volte per errore.

Oltre a questo prudente controllo manuale, sarebbe opportuno attivare un servizio di avviso tramite sms per ogni movimento effettuato con la carta di credito. In questo modo si verrà informati in tempo reale di tutti gli addebiti sul conto e, nel caso di addebiti impropri da aziende sconosciute si potrà procedere tempestivamente a segnalare l’irregolarità ed eventualmente bloccare la carta in maniera che non si verifichino ulteriori sottrazioni.

Come contestare una transazione su carta di credito?

Una volta verificata la presenza di un addebito indesiderato o scorretto sulla carta di credito è necessario inviare una raccomandata a/r alla banca presso cui è ubicato il conto collegato alla carta di credito sia alla società emittente la carta di credito.

Sarà necessario allegare alla domanda tutti i documenti necessari a comprovare quanto affermato nella raccomandata, quindi: copia dell’estratto conto, copia di ricevuta o scontrino non corretti nel caso di addebito multiplo o di importo errato.

Nella sfortunata eventualità che la carta di credito sia stata smarrita o rubata e quindi utilizzata da terzi per eseguire degli acquisti, sarà necessario allegare alla domanda anche la denuncia di furto o smarrimento della carta di credito.

Istituto bancario e società emittente della carta hanno l’obbligo di fornire un riscontro entro 30 giorni. Qualora questo non avvenisse il titolare della carta di credito ha diritto di rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario.
certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 07-06-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X