Controllare la pressione dei pneumatici: come e quando farlo

Controllare pressione pneumatici

Controllare la pressione dei pneumatici è un gesto fondamentale per la sicurezza degli automobilisti e di tutte le persone a bordo di un’auto. Il controllo è molto semplice, ecco la guida.

Cosa serve per controllare la pressione dei pneumatici?

Per effettuare questa operazione vi occorre un manometro per gomme, ossia un piccolo strumento che serve a misurare la pressione. Si può acquistare per la modica cifra di 15-20 euro, oppure potete recarvi presso la pompa di benzina più vicina, dove troverete l’apparecchio a disposizione per tutti gli automobilisti.

Cosa bisogna sapere?

Il corretto valore della pressione è riportato sul manuale d’uso e manutenzione della propria automobile. A volte questo dato è riportato anche sulla portiera o in prossimità del serbatoio. I valori riportati saranno due: uno per le gomme anteriori ed uno per quelle posteriori. La pressione è in bar ed i valori di un pneumatico gonfiato è tra i 2.0 e i 3.0 bar.

Come si misura la pressione?

Controllare la pressione dei pneumatici è molto semplice. E’ necessario assicurarsi che la gomma sia fredda e poi svitare il tappo della valvola sul bordo esterno. Procedere con il rilevamento della pressione, gonfiando o sgonfiando i pneumatici, a seconda del valore riportato.

Ogni quanto bisogna controllare la pressione dei pneumatici?

La pressione delle gomme è un dato che va verificato molto spesso, all’incirca una volta al mese, poiché è fondamentale per la sicurezza dell’auto. Il controllo della pressione dei pneumatici, inoltre, è la prima cosa da fare quando si decide di intraprendere un viaggio lungo. Infine, è bene effettuare il controllo in inverno e in estate, periodi in cui la pressione può aumentare o diminuire.

Cosa succede se il pneumatico non è gonfiato correttamente?

Se il pneumatico è sgonfio, si usurerà più in fretta e l’auto consumerà più carburante, poiché si avrà difficoltà nel guidarla. In caso contrario, un pneumatico troppo gonfio farà ridurre la capacità di aderenza alla strada, con l’aumento dei rischi.

ultimo aggiornamento: 08-04-2017

X