Controllo di routine finisce in sparatoria: ucciso aggressore

Doveva essere un controllo di routine ma si è tramutato in una sparatoria: è successo a Sesto San Giovanni, nel milanese.

chiudi

Caricamento Player...

Una sparatoria che ha portato all’uccisione di un uomo e al ferimento di un agente della polizia. Tutto è successo nel cuore della notte a Sesto San Giovanni, località del milanese. Ore 3, lo scenario è quello di piazza Primo Maggio.

Un uomo a piedi, originario del Maghreb, di età compresa fra i 20 e i 30 anni, era stato fermato nella piazza per sottoporsi a un semplice controllo di routine da parte della polizia. Gli agenti gli hanno chiesto di mostrare i propri documenti di identità.

Anziché mostrare i documenti, l’uomo ha estratto una pistola calibro 22 dallo zaino, con uno scatto improvviso, e ha sparato dei colpi; ha ferito uno dei due agenti al lavoro e poi ha tentato di darsi alla fuga. A quel punto c’è stata la risposta al fuoco da parte degli agenti e il magrebino è stato prontamente ucciso.

Il poliziotto colpito dal proiettile alla spalla è stato portato d’urgenza in ospedale a Monza, dove è stato sottoposto a un’operazione; le condizioni in cui versa sembrano essere gravi ma è fuori pericolo di vita.

Sull’uomo del Maghreb sono ancora in corso gli accertamenti sulla sua identità, dato che non aveva con sé i documenti.