Dove conviene investire il TFR (trattamento di fine rapporto)? Ecco una delle domande che da sempre attanaglia i milioni di lavoratori italiani…

Sono tantissimi i lavoratori che si domandano se è preferibile investire il TFR in un fondo pensione o direttamente in azienda. Sicuramente non è una scelta semplice che merita una serie di valutazioni che in alcuni casi possono cambiare da lavoratore a lavoratore.

Previdenza complementare

Prima di valutare dove è preferibile investire il proprio TFR (trattamento di fine rapporto) è opportuno considerare la possibilità di ricorrere ad una previdenza complementare. Si tratta di una pensione alternativa che consente al lavoratore di ritrovarsi, una volta terminato il rapporto di lavoro, una certa somma di denaro aggiuntiva a quella percepita come pensione “classica” erogata dagli Istituti di Previdenza. La scelta del lavoratore dipendente quindi può essere: investire il TFR in un fondo alternativo pensione oppure lasciarlo in azienda. Importante: ricordiamo che i fondi previdenziali possono essere di diversa natura: chiusi o negoziali, aperti oppure contratti di assicurazioni sulla vita (PIP).

Dove investire

Per valuare dove è preferibile investire il proprio TFR è una scelta complessa che richieda una approfondita conoscenza di materie economiche e finanziarie. Sicuramente ci sono alcuni fattori che più di altri giocano un ruolo decisivo nei parametri di valutazione:

  • i costi di gestione dei fondi alternativi pensione;
  • le regole di tassazione relative al TFR;
  • i rendimenti derivanti dai fondi pensioni con annesse rivalutazione del trattamento di fine rapporto;
  • l’età del lavoratore nel momento in cui è chiamato a scegliere dove investire il proprio TFR.

Uno dei fattori più importanti da considerare nella valutazione è sicuramente relativo ai costi di gestione che. Nel caso in cui vogliate destinare il vostro TFR in un fondo pensione è importante valutare i costi gestioni che cambiano a seconda che il fondo sia negoziale oppure aperto. In generale i costi di gestione medi risultano essere quelli più bassi e convenienti. Se, invece, avete deciso di investire il TFR in azienda non dovrete preoccuparvi di alcun costo gestione.

certificato_unicasim


Bonifico con carta di credito come si effettua

Bancomat senza nome è possibile e come funziona