Tre persone sono state uccise nella sparatoria di ieri al centro della capitale danese.

In un centro commerciale di Copenaghen un danese di 22 anni ieri ha aperto il fuoco uccidendo tre persone. Altre tre sono in grave condizioni. Si è temuto che l’attentato fosse di matrice terrorista. La polizia è intervenuta tempestivamente arrestando l’autore della sparatoria che era già un personaggio noto alle forze dell’ordine.

Il capo della polizia ha inoltre chiarito che l’uomo ha agito da solo e si esclude la componente terroristica perché l’uomo soffriva di gravi disturbi psichiatrici. Il giovane danese è entrato nel centro commerciale di Copenaghen con un fucile da caccia e ha iniziato a sparare sulla gente nei corridoi dell’edificio.

Omicidio pistola
Omicidio pistola

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Sparatoria a Copenaghen: si esclude matrice terroristica

La sparatoria è avvenuta nel centro commerciale Field’s, il più grande di Copenaghen. Le vittime sono due giovani e un quarantenne, riferisce la polizia. Lì ci sarebbe dovuto essere il concerto del cantante britannico Harry Styles ed è ovviamente stato annullato per questioni di sicurezza. L’allarme è arrivato alle 17.30 di domenica pomeriggio nel centro commerciale vicino all’aeroporto di Copenaghen.

La folla impaurita ha iniziato a correre verso le uscite e i testimoni raccontano di scene di caos dopo aver sentito gli spari. C’è chi racconta di aver udito tre spari chi molti di più. Tra le testimonianze c’è chi ricorda di aver sentito chi gli consigliava di sdraiarsi a terra fino all’arrivo della polizia.

Un’atmosfera surreale ha sconvolto la folla che si trovava in una domenica pomeriggio in un centro commerciale. Secondo quanto riferisce la sindaca: “Arrivano rapporti terribili sulla sparatoria di Field’s. Non sappiamo ancora con certezza quanti siano rimasti feriti o morti, ma è molto grave” ha scritto su Twitter dopo pochi minuti dall’attacco. Le strade circostanti sono state bloccate e hanno annullato il concerto di Harry Styles che era previsto per le 20 alla Royal Arena per precauzione.

Le vittime dell’attentato

Le vittime sarebbero una donna e un uomo, di origini danesi (17), a cui si aggiungerebbe un cittadino russo (47), residente in Danimarca. Mentre i quattro soggetti feriti, farebbero riferimento a due donne danesi di 19 e 40 anni, un uomo sui 50, una ragazza di sedici anni e due cittadini svedesi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-07-2022


Strage della Marmolada: almeno 6 morti

Bruciato vivo mentre videochiama la ragazza: è in coma