Coppa Italia i risultati e i marcatori delle sfide di martedì 14 gennaio

Coppa Italia, l’Inter archivia la pratica Cagliari con un netto 4 a 1. Vincono anche Lazio e Napoli

Coppa Italia, risultati 14 gennaio 2020. Poker di Lazio e Inter rispettivamente a Cremonese e Cagliari. Bis del Napoli.

ROMA – Coppa Italia, risultati 14 gennaio 2020. Proseguono i quarti di finale con in campo l’Inter, il Napoli e la Lazio per questa seconda giornata di partite.

La squadra di Gennaro Gattuso non brilla contro il Perugia ma porta a casa la vittoria con due calci di rigore trasformati da Lorenzo Insigne.

Coppa Italia, i risultati di martedì 14 gennaio 2020

Di seguito i risultati delle sfide di Coppa Italia di martedì 14 gennaio 2020 (IL TABELLONE)

Napoli-Perugia 2-0
Lazio-Cremonese 4-0
Inter-Cagliari 4-1

Coppa Italia, Inter-Cagliari: risultato, tabellino e marcatori

Inter-Cagliari 4-1

Marcatori: 1′ Lukaku R. (I), 21′ Borja Valero (I), 50′ Lukaku R. (I) 73′ Oliva (C), 80′ Ranocchia (I)

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, Ranocchia, Skriniar; Lazaro, Barella, Brozovic (69′ Sensi), Borja Valero, Dimarco (79′ Biraghi); Lukaku R., Sanchez A. (68′ Esposito Se.). All. Conte

Cagliari (4-3-2-1): Olsen; Faragò, Pisacane, Walukiewicz, Lykogiannis; Nandez (81′ Birsa), Oliva, Ionita (80′ Joao Pedro); Nainggolan, Castro L. (46′ Rog); Cerri. All. Maran

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Note: Ammoniti: Godin, Sensi (I); Lykogiannis (C). Angoli: 5-2 per l’Inter. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

Dura appena venti secondi l’equilibrio tra le due squadre. Disimpegno sbagliato da parte della retroguardia del Cagliari, Lukaku si avventa sul pallone, entra in area di rigore e batte il portiere con un diagonale potente e preciso. Il Cagliari accusa il colpo e al decimo minuto incassa il secondo gol firmato ancora da Lukak che di testa gira in rete un cross dalla destra sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Immediata la segnalazione dell’assistente che indica la posizione irregolare del centravanti nerazzurra. Analisi difficile per il VAR che alla fine conferma la decisione del guardalinee.

Il gol del raddoppio dell’Inter arriva al 21′: cross dalla destra di Barella, Lukaku manca l’impatto con il pallone su cui arriva invece Borja Valero che devia dal limite dell’area piccola, il pallone sbatte sulla traversa, poi di nuovo sul corpo del centrocampista e quindi termina la carambola in fondo al sacco.

L’Inter chiude virtualmente la partita già al terzo del secondo tempo quando il solito Lukaku di testa gira in rete un cross dalla destra di Barella.

Per il primo sussulto del Cagliari bisogna attendere il sessantasettesimo minuto, con una conclusione di Nainggolan che si stampa sul palo. Passano cinque minuti minuti e i sardi riescono ad accorciare le distanze con Oliva: bella la giocata di Cerri che difende il pallone e poi con il tacco apparecchia per il compagno di squadra che lascia partire un destro secco che non lascia scampo al portiere.

La squadra di Conte non vuole correre rischi e chiude in attacco. Gli sforzi dei nerazzurri vengono premiati ancora una volta all’ottantesimo minuto quando su calcio d’angolo Ranocchia svetta sul primo palo e di testa la mette nell’angolo più lontano.

Inter-Cagliari
Alexis Sanchez (fonte foto https://twitter.com/Inter)

Coppa Italia, Lazio-Cremonese: risultato, marcatori e tabellino

Lazio-Cremonese 4-0

Marcatori: 10′ Patric, 25′ Parolo, 57′ rig. Immobile, 88′ Bastos

Lazio (3-5-2): Proto; Bastos, Luiz Felipe (61′ Anderson A.), Acerbi; Patric, Parolo, Cataldi (62′ Anderson D.), Berisha V., Jony; Immobile (74′ Minala), Adekanye. All. Inzaghi S.

Cremonese (3-5-2): Agazzi (28′ Ravaglia); Caracciolo Ant., Bianchetti, Terranova; Zortea (55′ Boultam), Arini (73′ Valzania), Castagnetti, Deli, Renzetti; Ciofani D., Palombi. All. Rastelli

Arbitro: Lorenzo Maggioni di Como

Note: Ammoniti: Luiz Felipe (L); Caracciolo Ant., Deli (C). Angoli: 4-4. Recupero: 4′ p.t.; 0′ s.t.

La Cremonese scende in campo senza timori reverenziali, con voglia di fare la sua partita senza regalare nulla alla Lazio, decisamente più quotata. La squadra di Simone Inzaghi sblocca la partita dopo appena dieci minuti con Patric che indirizza subito la partita sui binari desiderati. La squadra ospite reagisce subito portandosi in avanti e andando ad impensierire la retroguardia biancoceleste.

La Lazio trova il gol del raddoppio al venticinquesimo con Parolo che su cross dalla sinistra si inserisce con tempismo perfetto e apre il piattone dal limite dell’area piccola. Nell’azione del gol infortunio per Agazzi che nel tentativo di opporsi alla conclusione sotto misura del centrocampista biancoceleste si fa male al ginocchio sinistro. L’estremo difensore della Cremonese lascia il campo in barella tra gli applausi del pubblico dello stadio Olimpico.

Ad inizio ripresa la Cremonese prova a portarsi in avanti nel tentativo di riaprire una partita gestita senza troppe difficoltà dalla formazioni di Simone Inzaghi. Al 57′ terzo gol della Lazio con Ciro Immobile che trasforma il calcio di rigore assegnato dall’arbitro per una trattenuta di Castagnetti.

La Lazio chiude i conti al minuto 88 con il colpo di testa di Bastos che devia dal limite dell’area piccola un pallone scodellato in area dalla trequarti.

Lazio-Cremonese
Ciro Immobile in azione (fonte foto https://twitter.com/OfficialSSLazio)

Coppa Italia, Napoli-Perugia: risultato, tabellino e marcatori

Napoli-Perugia 2-0

Marcatori: 26′ rig. Insigne L., 38′ rig. Insigne L.

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Zielinski (84′ Allan), Fabian Ruiz (65′ Demme), Elmas; Lozano (75′ Callejon), Llorente, Insigne L. All. Gattuso

Perugia (3-5-2): Fulignati; Gyomber, Sgarbi, Falasco; Rosi, Falzerano, Carraro (72′ Konate), Bonaiuto (55′ Dragomis), Nzita; Falcinelli, Iemmello (62′ Melchiorri). All. Cosmi

Arbitro: Sig. Luca Massimi di Termoli

Note: al 45’+7 Ospina (N) para un rigore a Iemmello (P). Ammoniti: Fabian Ruiz (N); Falzerano, Iemmello, Gyomber (P). Angoli: 6-2 per il Napoli. Recupero: 7′ p.t.; 3′ s.t.

Il Napoli di Gennaro Gattuso guarda con fiducia alla Coppa Italia, possibile via di accesso all’Europa a fronte di una situazione in campionato decisamente compromessa. Dall’altra parte c’è il Perugia di Serse Cosmi, che torna sulla panchina dei bianco-rossi.

Il Perugia approccia bene alla partita e nei primi minuti si porta in avanti in maniera interessante riuscendo anche ad impegnare Ospina con una bella conclusione dal limite che termina docile tra le braccia del portiere. La prima palla gol però è del Napoli che sfiora il vantaggio con un colpo di testa ravvicinato di Manolas che finisce di poco alto sopra la traversa.

La partita si sblocca la 25′ con Lorenzo Insigne che trasforma un rigore assegnato alla squadra di Gattuso per un contatto in area di rigore. Il Var conferma la decisione del giudice di gara e regala ai partenopei l’occasione dagli undici metri. Al 35′ ancora un calcio di rigore per il Napoli, questa volta per un fallo di mano di Iemmello in area su colpo di testa di Llorente. Si occupa della battuta ancora Insigne che cambia lato e batte ancora il portiere.

Allo scadere del primo tempo ancora VAR protagonista, questa volta per un fallo di mano nell’area di rigore del Napoli. Dopo una lunga consultazione il direttore di gara indica il dischetto. Batte Iemmello, Ospina para e riscatta parzialmente l’erroraccio commesso in campionato contro la Lazio.

Nella ripresa il Napoli non brilla ma riesce a gestire i due gol di vantaggio rischiando pochissimo in fase difensiva.

Napoli-Perugia
Uno dei rigori di Insigne (fonte foto https://twitter.com/sscnapoli)

fonte foto copertina https://twitter.com/Inter

ultimo aggiornamento: 15-01-2020

X