“Avveleniamo la scimmia”: coppia di egiziani prova ad uccidere la figlia disabile

Milano, coppia di egiziani prova ad uccidere la figlia di quattro anni affetta da disabilità. I due ventinovenni sono stati arrestati dalle forze dell’ordine.

MILANO – Dramma a Milano, dove una coppia di egiziani ha provato ad uccidere la figlia di quasi quattro anni disabile. I due arrestati dai carabinieri in seguito alle indagini condotto anche attraverso le intercettazioni

Milano, coppia di egiziani arrestata per maltrattamenti sulla figlia disabile

I due genitori, una coppia di ventinovenni, avrebbe maltrattato ripetutamente la figlia, l’avrebbero picchiata e sarebbero arrivati addirittura ad avvelenarla nel tentativo di ucciderla.

La coppia è stata fermata dai carabinieri lo scorso venerdì dopo che avevano preso un autobus per raggiungere l’aeroporto di Malpensa, da cui sarebbero dovuti partire proprio alla volta dell’Egitto.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

L’arresto dei due egiziani

Il blitz delle forze dell’ordine è scattata dopo gli investigatori hanno proceduto con le intercettazioni ambientali e telefoniche. I nastri delle registrazioni purtroppo non lasciano dubbi sui continui maltrattamenti ai danni della piccola.

“Odio mia figlia, metto il veleno nel suo mangiare. La scimmia è un grosso problema”, si sente in una delle intercettazioni, In altre i due riflettono su come soffocare o avvelenare la figlia.

Carabinieri
fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Le indagini degli inquirenti in seguito a una segnalazione dell’ospedale

Le indagini degli inquirenti sulla coppia sono iniziate nel mese di maggio, quando il padre aveva portato la figlia in ospedale per un dolore al braccio per una contusione che si sarebbe procurata cadendo in maniera accidentale. Nel corso delle analisi medichi sono emerse diverse contusioni e una frattura scomposta in calcificazione che hanno spinto il personale sanitario a rivolgersi alle forze dell’ordine.

ultimo aggiornamento: 04-06-2019

X