Corea del Nord-USA, già finita la pace?

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Corea del Nord, è di nuovo alta tensione con Seul e Washington: continuano le esercitazioni militari di Corea del Sud e America, il Nord annulla gli incontri in programma.

COREA DEL NORD – Mostra le prime crepe la politica di distensione tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti. Dopo aver avviato la chiusura dei siti nucleari, i portavoce di Kim Jong-Un hanno fatto sapere di aver annullato l’incontro in programma con la Corea del Sud e di essere intenzionati ad annullare anche quello con Donald Trump.

Proseguono le esercitazioni congiunte Corea del Sud-USA

Il motivo della nuova ondata di alta tensione tra le parti è dato dal fatto che Stati Uniti e Seul stiano continuando le esercitazioni di guerra avviate nel momento peggiore della crisi proprio con la Corea del Nord.

Si attende la risposta (e soprattutto la decisione) di Donald Trump, già informato.

Siamo consapevoli della notizia diffusa dai media sudcoreani. Gli Stati Uniti verificheranno indipendentemente le affermazioni della Corea del Nord e continueranno a coordinarsi con i loro alleati“, fanno sapere dalla Casa Bianca dove i vertici militari e politici hanno iniziato i colloqui per cercare una soluzione in tempi brevi.

USA al lavoro per la distensione

La distensione sul fronte asiatico aveva rappresentato uno sforzo politico non indifferente da parte delle parti chiamate in causa e soprattutto era stato accolto con favore anche dall’Europa e dalla Russia.

In molti avevano visto negli attriti tra la Casa Bianca e la Corea del Nord una polveriera pronta a esplodere e che, direttamente o indirettamente, avrebbe potuto coinvolgere anche Mosca.

Non c’è dubbio che con i gravi incidenti che stanno infiammando il Medio Oriente, Trump di tutto abbia bisogno tranne che di un nuovo fronte caldo cui dover far fronte.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 16-05-2018

Nicolò Olia