Corea del Nord, la reazione di Seul: sganciate otto bombe

Trump avverte: “La Corea del Nord ha segnalato il suo disprezzo per i paesi vicini, per tutti i membri delle Nazioni Unite”.

Dopo l’ennesimo lancio di un missile da parte della Corea del Nord (missile che ha sorvolato il territorio del Giappone per poi finire nel Pacifico), le forze armate della Corea del Sud, secondo quanto riportato dal quotidiano inglese Independent, hanno reagito sganciando otto bombe MK-84 nei pressi del confine nordcoreano. Una dimostrazione di forza in risposta al test missilistico compiuto  da Pyongyang.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è intervenuto in merito alla questione Corea del Nord: “Azioni che minacciano, destabilizzano e aumentano solo l’isolamento del regime nordcoreano. Tutte le opzioni sono sul tavolo. Il mondo ha ricevuto l’ennesimo messaggio forte e chiaro della Corea del Nord: questo regime ha segnalato il suo disprezzo per i paesi vicini, per tutti i membri delle Nazioni Unite e per gli standard minimi di comportamento accettabile a livello internazionale”.

Corea del Nord, riunione urgente del Consiglio di Sicurezza dell’Onu

Trump ha avuto un colloquio al telefono con il primo ministro giapponese Shinzo Abe. Entrambi, come riferisce la Casa Bianca, si sono detti d’accordo sul fatto che la Corea del Nord “pone una grave e crescente minaccia diretta agli Stati Uniti, alla Corea del Sud e al Giappone, ma anche agli altri paesi del mondo”. I due leader si sono impegnati “a mantenere alta la pressione sulla Corea del Nord e a fare il possibile per convincere il resto della comunità internazionale a fare lo stesso”. Nel frattempo, il Consiglio di Sicurezza dell’Onu si riunirà oggi d’urgenza su richiesta di Stati Uniti, Corea del Sud e Giappone.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 29-08-2017

Salvo Trovato

X