Di nuovo Corea del Nord in prima pagina: nuovo lancio missilistico, i risultati preoccupano Russia e America

COREA DEL NORD – Dopo due settimane di silenzio che avevano lasciato sperare nella riuscita della macchina diplomatica, la Corea del Nord questa mattina ha proceduto con il lancio di un nuovo missile balistico, caduto nel mare del Giappone, a 700 km di distanza (addirittura 800 secondo quanto riportato dalle fonti giapponesi) dal punto di lancio. Il tempo di volo e l’altezza cui avrebbe viaggiato il missile (si parla di un’altitudine di 1.000 chilometri) preoccupano e non poco: il timore è che la Corea del Nord abbia compiuto, alla faccia delle pressioni statunitensi, importanti passi in avanti nella ricerca.

Immediata la protesta da parte delle Corea del Sud e della Cina. Dagli Stati Uniti il presidente Donald Trump ha chiamato in causa la Russia, sottolineando in effetti come il missile sia caduto più vicino al territorio russo che a quello giapponese. Dal canto suo Vladimir Putin è impegnato con la Cina in un percorso che possa portare alla risoluzione politica della questione nord-coreana, nel tentativo (e nella speranza soprattutto) di evitare un grande conflitto o comunque una grave catastrofe nucleare che segnerebbe in modo indelebile la storia contemporanea e la geografia attuale.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
america corea del nord primo piano Russia test TRUMP

ultimo aggiornamento: 14-05-2017


La Corea del Nord apre al dialogo con gli Usa, ma solo alle “giuste condizioni”

Francia: Macron si insedia all’Eliseo, scambio di consegne con Hollande