Venti di guerra in Corea del Nord. Trump: “La Cina deve decidere se aiutarci. Se lo fanno, sarà positivo per la Cina, e se non lo fanno non sarà positivo per nessuno

STATI UNITI – Il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump continua a guardare con una certa preoccupazione alla Corea del Nord, ritenuta come una minaccia nucleare da tenere sotto controllo. Il presidente americano ha fatto sapere che se la Cina non è disposta ad aumentare la pressione sui coreani, allora gli statunitensi agiranno da soli per far rientrare il pericolo e risolvere la situazione.

Venti di guerra

Dopo che i nordcoreani hanno reso noto di aver testato un nuovo motore per i missili dotati di testata nucleare, che potrebbero così arrivare a colpire anche le città americane,  Donald Trump è disposto a tutto pur di mettere fine alla minaccia di Pyongyang. “Se la Cina non risolve il problema della Corea del Nord, lo faremo noi. E questo e’ tutto ciò che ho da dire“: queste le parole del presidente americano ai microfoni del Financial Times. La Cina ha una grande influenza sulla Corea del Nord – ha proseguito Trump. E spetta alla Cina decidere se aiutarci o no in questo problema. Se lo fanno, sarà positivo per la Cina, e se non lo fanno, non sarà positivo per nessuno“. Il Segretario di Stato americano Rex Tillerson ha fatto sapere nei giorni scorsi che tra le soluzioni prese in ipotesi c’è anche quella militare. Mentre gli States scalpitano, la Cina chiede prudenza e pazienza per evitare che le tensioni aumentino ulteriormente e per permettere il proseguimento della denuclearizzazione della penisola.

primo piano

ultimo aggiornamento: 03-04-2017


Colombia: valanga di fango travolge Mocoa, 250 le vittime

San Pietroburgo, due bombe nella metro: 14 morti. Medevev conferma: “E’ terrorismo”