Corinaldo, l'appello di Mogol a Salvini: maggiori controlli preventivi

Corinaldo, l’appello di Mogol a Salvini: maggiori controlli preventivi

Il presidente della SIAE, Mogol, è ritornato sulla tragedia di Corinaldo: “Una tragedia inconcepibile. Bisogna aumentare i controlli”.

ROMA – La tragedia di Corinaldo continua a far discutere. L’ultimo appello al Governo è stato fatto dal presidente della SIAE, Mogol, che si è rivolto direttamente al ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “È inconcepibile – riporta l’ANSAche luoghi di cultura e di spettacolo si trasformino luoghi di morte. Per questo faccio un appello affinché ci siano maggiori controlli preventivi“.

L’autore di moltissime canzoni si è detto “turbato da quanto successo. “Ai gestori dei locali – dichiara – dico che la sicurezza delle persone non può e non deve mai venire dopo il guadagno“.

Carabinieri
Il luogo della tragedia di Corinaldo (fonte foto https://twitter.com/_Carabinieri_)

Corinaldo, l’appello di Mogol: “La tecnologia consente di rivedere alcune norme”

Nel suo appello Mogol sottolinea come “la tecnologia consente a costi sostenibili di rivedere le norme per consentire una maggiore prevenzione e soprattutto l’aumento dei controlli finalizzati alla sicurezza. Il biglietto cartaceo deve essere sostituito da quello digitale da verificare sia in entrata che in uscita, così da capire quante persone siano presenti all’interno. Noi come SIAE siamo a disposizioni delle autorità per qualsiasi dubbio“.

Parole che richiamano uno degli emendamenti che la maggioranza ha inserito la manovra. Inserire il biglietto nominativo per i grandi concerti. La proposta sarà migliorata al Senato e non è escluso che dopo la tragedia di Corinaldo il costo venga inserito anche per eventi più piccoli. Il Governo si era preso del tempo per i costi elevati che le società minori potrebbero avere ma la tragedia ha cambiato le carte in tavola.

I vicepremier nei prossimi vertici potrebbero approfondire questa vicenda e non è escluso che l’emendamento venga introdotto anche per concerti o eventi al di sotto delle mille persone per garantire maggiore sicurezza alle persone sicuramente più importanti delle spese di una piccola società.

ultimo aggiornamento: 09-12-2018

X