Tragedia nel Milanese, uomo uccide padre e compagna e poi si toglie la vita

Tragedia in provincia di Milano. A Cormano un uomo si è tolto la vita dopo aver ucciso il padre e la compagna.

CORMANO (MILANO) – Una tragedia ha sconvolto la comunità di Cormano, nell’hinterland Milanese. Nella tarda serata del 2 luglio Maurizio Platini ha sparato al padre Romano e alla compagna del genitore, Anita, prima di togliersi la vita. L’omicidio-suicidio è avvenuto all’interno dell’azienda di grafica pubblicitaria Sert-Cart.

A dare l’allarme è stato il fratello minore del presunto omicida che ha trovato i corpi ormai senza vita nella struttura di famiglia.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

Omicidio-suicidio nel Milanese, indagano i carabinieri

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, l’omicidio-suicidio sarebbe scaturito al termine di una lite. Il padre aveva intenzione di chiudere la sua ditta e i primi ad essere licenziati erano stati i figli. Il primogenito non ha accettato questa decisione e ha deciso di uccidere il padre e la sua compagna prima di togliersi la vita. La ditta non navigava in cattive acque ma il proprietario aveva deciso di chiudere e non lasciarla in eredità ai figli.

Il presunto killer soffriva di gravi problemi personali. Platini ha sparato con una Magnum calibro 3,5 che deteneva regolarmente dall’uomo, che era incensurato.

Ai microfoni dell’ANSA una donna che abitava vicino all’azienda ha dichiarato: “Siamo sconvolti, eravamo amici da una vita. Avevamo appuntamento ieri alle 18 ma non ha risposto nessuno e poi abbiamo saputo“. Molto rattristato anche il marito: “Prendevamo l’aperitivo ogni sera e dovevamo andare a giocare insieme a soft air“. La Procura ha dato il permesso per effettuare l’autopsia sui corpi per avere la certezza sulle cause dei decessi.

fonte foto copertina https://twitter.com/tg2rai

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-07-2018

Francesco Spagnolo

X