Coronavirus, Amazon assumerà camerieri licenziati

Coronavirus, Amazon assume i camerieri licenziati. Rana aumenta lo stipendio ai dipendenti

Amazon assumerà i camerieri licenziati durante l’emergenza coronavirus. Bezos: “Siamo concentrati su come aiutare”.

ROMA – Amazon assumerà i camerieri licenziati durante l’emergenza coronavirus. L’annuncio è arrivato direttamente da Jeff Bezos in una lettera rivolta ai dipendenti e citata dall’Ansa: “In tutto il mondo – ha assicurato il miliardario – le persone avvertono gli effetti economici di questa pandemia e prevedo che le cose peggioreranno prima di migliorare. Noi stiamo assumendo 100mila persone e aumentando i salari per i nostri lavoratori ad ore. Purtroppo, però, bar e ristoranti stanno licenziando. Speriamo che le persone licenziate vengano a lavorare con noi fino a quando non potranno ritornare a fare il loro mestiere“.

Giovanni Rana aumenta lo stipendio ai dipendenti

Per aiutare i propri dipendenti Giovanni Rana ha deciso di aumentare del 25% lo stipendio ai propri dipendenti con decorrenza retroattiva dal 9 marzo 2020. Un sostegno economico importante per tutti gli impiegati che potranno contare anche su un ticket mensile di 400 euro per le spese di babysitting oltre che una polizza assicurativa a favore di tutte le persone, anche quelle che lavorano da casa.

Iniziativa simile anche per Netflix che ha deciso di stabilire un fondo da 100 milioni di euro per i creativi disoccupati mentre 15 per le organizzazioni non profit che offrono aiuti ai membri dei cast e delle troupe nei Paesi dove ha produzioni rivelanti. Gli stipendi saranno pagate per le prossime due settimane.

Netflix sulla TV
Fonte foto copertina: unsplash.com/photos/11SgH7U6TmI

Donazioni Unicredit alla Croce Rossa Italiana

UniCredit ha annunciato di aver donato 360mila euro alla Croce Rossa Italiana e ai 20 comitati locali che operano sui territori. Con questi soldi si potranno acquistare mascherine, materiale sanitario e dispositivi medici per cercare di mettere in sicurezza dottori e infermieri.

Gucci, infine, ha deciso di convertire la propria azienda per produrre un milione di mascherine da donare agli operatori sanitari che in questo momento sono in prima linea nella lotta al coronavirus.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 24-03-2020

X