Coronavirus, l’andamento dell’epidemia dal 19 al 25 aprile. Numeri in calo per la sesta settimana consecutivo.

ROMA – Coronavirus, l’andamento dell’epidemia dal 19 al 25 aprile. Sesta settimana consecutiva con numeri in calo nel nostro Paese. Le misure adottate da marzo continuano a dare i frutti, ma le prossime settimane saranno fondamentali per capire se ci sarà un rialzo con le riaperture oppure si continuerà a riuscire a tenere sotto controllo la curva.

Rispetto alla settimana scorsa l’unico dato un po’ in controtendenza è quello dei ricoveri che rallentano un po’ la diminuzione. Si tratta di un dato che preoccupa poco visto che i pazienti sono sempre più giovani e hanno bisogno di più tempo per la degenza.

Coronavirus, l’andamento dell’epidemia dal 19 al 25 aprile

Sono 92.568 i nuovi casi nell’ultima settimana. Dopo diverso tempo i contagi sono scesi sotto quota 100mila con il tasso di positività che scende leggermente al 4,5%. Continua, come detto in precedenza, la diminuzione della pressione sui servizi sanitari.

I pazienti in meno in terapia intensiva negli ultimi sette giorni sono 449, mentre i ricoveri ordinari sono diminuiti quasi di 3mila unità. Una soglia superata abbondantemente la scorsa settimana, ma il calo potrebbe essere dovuto ad un tempo di degenza più lungo e ad una riduzione dei decessi. I morti, infatti, sono 2.311 rispetto ai 2.673 del periodo precedente. Le altre buone notizie arrivano dagli ingressi in terapia intensiva che si sono ridotto di circa 300 unità rispetto ad una settimana fa.

Coronavirus
Coronavirus

Periodo decisivo

L’Italia potrebbe entrare in un periodo decisivo per ritrovare una certa normalità. Le riaperture, infatti, rischiano di far rialzare i numeri e le prossime due settimane saranno decisive. La speranza è quella di riuscire a tenere sotto controllo la curva per provare ad allenare ancora di più le restrizioni.

La data segnata in rosso sul calendario è quella del 14 maggio, ma non si esclude la possibilità di anticipare le tempistiche in caso di numeri più bassi.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 25-04-2021


Migranti morti in mare, Papa Francesco: “E’ il momento della vergogna” – VIDEO

Ragazza affoga nel lago di Avigliana, indagini in corso