Autostrade, azzerate le commissioni per i gestori delle aree di servizio fino al termine del lockdown.

ROMA – Decisione a sorpresa di Autostrade che ha deciso di azzerare fino al termine del lockdown le commissioni delle aree di servizio. Con questo provvedimento l’azienda cerca di venire incontro alle difficoltà economiche di questi servizi, messi a dura prova dalle misure restrittive decise dal Governo.

Possibile anche un annullamento dei costi fissi durante la ‘fase 2’ e “una variabilizzazione dei corrispettivi in funzione dell’andamento del traffico e dei volumi di spesa”. La decisione sarà presa solo dopo il provvedimento del Governo.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Forte contrazione del traffico registrata da fine febbraio

La decisione da parte di Autostrade è stata obbligata anche dalla forte contrazione del traffico registrata da fine febbraio. In una prima fase ci sono stati problemi per la differenziazione degli orari di apertura a livello regionale.

Successivamente il Governo ha chiarito che queste strutture dovevano restare aperte anche durante il periodo di lockdown per garantire i servizi essenziali agli autotrasportatori ma i problemi, anche in questo caso non sono mancati.

Autostrada A1
Autostrada A1

I costi delle aree di servizio

L’apertura delle aree di servizio ha portato i gestori ad avere dei costi elevati tra personale, consumi energetici oltre che orari di apertura 24 ore su 24. Cifre importanti che non sono riuscite ad essere ricompensate dai ricavi vista la riduzione del traffico dell’80%.

La situazione dovrebbe leggermente migliorare nella ‘fase 2’ con la possibilità nel mese di maggio di spostarsi nei comuni della stessa Regione. Il traffico, comunque, rischia di essere ancora ridotto e per questo Autostrade sta pensando ad una nuova soluzione per non pesare sui gestori che rischiano un tracollo economico non indifferente. La speranza resta quella di una piccola ripresa durante le vacanze estive.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 21-04-2020


L’Ufficio Bilancio sul Pil: “-15 per cento nel primo semestre”

Borse in rosso. Continua il crollo del petrolio, spread sopra i 250 punti