Coronavirus, Azzolina parla della Maturità. Le ipotesi al vaglio: non si escludono prove differenziate per le classi.

Emergenza coronavirus, per la Azzolina ancora da sciogliere il nodo legato alla ripresa dell’anno scolastico e soprattutto il problema degli esami di Maturità. Come anticipato nei giorni scorsi, al governo e soprattutto al Ministero dell’Istruzione non si esclude ad aggi che le scuole possano non riaprire.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Emergenza coronavirus, Azzolina: “Sulla didattica a distanza ci siamo attivati immediatamente”

La ministra Lucia Azzolina ha fatto il punto sui progressi fatti dalle scuole, chiamate ad adeguarsi al sistema di insegnamento a distanza. Alcuni Istituti sono riusciti a dare continuità alle lezioni, altre non sono riuscite invece a tenere il passo.

“Sulla didattica a distanza ci siamo attivati immediatamente: ci sono aspetti positivi e ci sono realtà più deboli a cui abbiamo provato a dare risposta mettendo varie soluzioni in campo. Non è una differenza nord-sud, ma una situazione a macchia di leopardo”.

Lucia Azzolina
Fonte foto: https://www.facebook.com/LuciaAzzolina82/

L’esame di Maturità: le ipotesi al vaglio

Per quanto riguarda l’esame di Maturità la Azzolina non ha escluso, ma solo per alcune prove, un programma differenziato per ogni classe in base al lavoro effettivamente svolto in queste settimane di emergenza sanitaria.

“Stiamo pensando a possibili soluzioni relative al momento in cui si ritornerà a scuola […]. La maturità dovrà tenere in considerazione cosa gli studenti hanno fatto in questo periodo di didattica a distanza e cosa non hanno fatto”

“Ci stiamo riflettendo, abbiamo già in mente possibili soluzioni che garantiscano agli studenti di fare un esame serio, giusto, in cui non si perda il sapore dell’esame ma devo tutelare gli studenti rispetto agli apprendimenti degli ultimi mesi. Tuttavia l’esame di Stato riguarda il percorso sviluppato in tutti i 5 anni di studio. Io devo tranquillizzare rispetto a quella parte di programma, da febbraio a giugno, e garantire un esame che sia reale, rispetto alla parte di programma non realizzata. Stessa cosa vale per gli studenti delle medie”.

Maturita
fonte foto https://www.facebook.com/groups/94585492

Azzolina, nonostante il coronavirus l’anno scolastico sarà valido

La ministra dell’Istruzione ha confermato che anche nella peggiore dell’ipotesi l’anno sarà scolastico sarà valido.

“L’anno scolastico sarà valido e gli insegnanti hanno la piena libertà di valutare come ritengono; moltissimi lo stanno già facendo, stanno già valutando […]. Ma io non ho l’ossessione del voto, l’importante è stare vicino ai ragazzi che sono smarriti, non hanno più la loro routine, ha proseguito la ministra. Gli insegnanti sono fondamentali dal punto di visto emotivo, soprattutto in quelle zone come la Lombardia in cui l’isolamento e la tristezza si stanno combattendo anche grazie alla scuola; i prof regalano momenti di serenità in momenti tristissimi”.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 24-03-2020


Addio a Carlo Casini, fondatore del Movimento per la Vita

Eccidio delle Fosse Ardeatine, l’appello di Mattarella: “Uniti per la rinascita, come nel Dopoguerra”