Il commissario Arcuri in conferenza stampa per fare il punto sull’emergenza coronavirus.

Intervenuto in conferenza stampa, il commissario straordinario Domenico Arcuri ha fatto il punto della situazione sull’emergenza coronavirus. Nei giorni scorsi il commissario aveva fatto sapere che avrebbe tenuto un punto stampa due volte a settimana: il martedì e il sabato.

Domenico Arcuri
fonte foto https://twitter.com/

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Emergenza coronavirus, Arcuri in conferenza stampa

Nella prima parte della sua conferenza stampa Arcuri ha fatto il punto sulla situazione logistica e sul materiale da consegnare alle Regioni.

L’Italia ha acquistato 300 milioni di mascherine e i dispositivi arriveranno progressivamente nei magazzini della protezione civile e verranno distribuiti con il criterio che abbiamo concordato con la totalità delle regioni, anche per garantirci assoluta trasparenza ed evitare asimmetrie […]. Con questi numeri è stata consolidata una sufficiente quantità di dispositivi […]. Ieri è stata consegnata una quantità sufficiente di mascherine all’ordine dei medici“.

Parlando della distribuzione del materiale di protezione individuale, Arcuri ha fatto sapere che al momento i dispositivi sono stati inviati soprattutto alle Regioni del Centro e a quelle del Nord. Ovviamente dando precedenza alle zone più colpite dal coronavirus.

“Stiamo inviando dispositivi soprattutto al centro-nord, ma pensiamo anche alle regioni del sud. Cerchiamo di mantenere queste due leve. Negli ultimi 3 giorni abbiamo distribuito 290 ventilatori alle regioni, nei prossimi 3 giorni contiamo di distribuirne altri 599, il 40% di quanto distribuito finora. A ieri abbiamo distribuito 1.237 ventilatori polmonari. Con forniture così massicce andiamo anche verso sud, che dobbiamo assolutamente evitare si trovi in condizioni simili a quelle delle regioni del centro-nord più colpite dal coronavirus”.

Arcuri, “Abbiamo fatto passi avanti nella produzione nazionale di mascherine”

Arcuri ha poi affrontato il tema della produzione di mascherine in Italia

Abbiamo fatto molti passi avanti nella produzione nazionale di mascherine in una settimana. Le prime 25 aziende della filiera della moda da ieri producono 200 mila mascherine chirurgiche al giorno. Hanno un piano per andare a 500 mila al giorno la prossima settimana e a 700 mila quella successiva; le aziende del settore dell’igiene personale da ieri fanno 250 mila mascherine al giorno, arriveranno a 400 mila la prossima settimana, a 750 mila quella successiva”.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 31-03-2020


Lo Stato non basta, gli italiani bussano alle porte della Caritas

Femminicidio nel Messinese, strangola la compagna e poi tenta il suicidio