Coronavirus, con la fase 2 inizia l'esodo verso il Sud

Fase 2, il Sud si prepara all’esodo (quello vero)

Coronavirus, con la fase 2 inizia il vero esodo dalle regioni del Nord a quelle del Sud, che si preparano a contenere l’ondata ‘di rientro’.

Con l’inizio della fase 2 le Regioni del Sud si preparano al vero esodo. E non si tratta di qualche treno sovraffollato partito dal Nord all’annuncio del lockdown. Si tratta di un vero e proprio spostamento di massa.

Coronavirus, con la fase 2 inizia il vero esodo verso le regioni del Sud

Nelle prossime ore migliaia di persone partiranno dal Nord e arriveranno soprattutto in Campania, in Calabria e in Puglia. Trovare un biglietto del treno per spostarsi al Sud nell’immediato è di fatto impossibile. Lo stesso discorso vale per i pullman. Sold out o quasi.

Trenord
fonte foto https://www.facebook.com/Trenord-1949772078428123/

Spostamenti autorizzati dalle disposizioni in vigore

Si tratta di trasferimenti autorizzati dal governo, che ha dato il via libera agli spostamenti tra le regioni solo nel caso in cui si faccia ritorno al proprio domicilio/abitazione/residenza. Migliaia di persone hanno accolto con entusiasmo l’invito e hanno programmato il ritorno a casa due quasi due mesi di confinamento al Nord.

L’isolamento domiciliare obbligatorio

Le Regioni del Sud si organizzano per contenere l’ondata. Le persone in arrivo in Puglia, in Calabria, in Campania e il Sicilia dovranno trascorrere quattordici giorni in isolamento domiciliare. Una sorta di quarantena volontaria-obbligatoria. La speranza è ovviamente quella di disinnescare eventuali asintomatici, partendo dal presupposto che i positivi possano essere intercettati già nelle stazioni di partenza con il controllo della temperatura corporea.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 04-05-2020

X