Coronavirus e restrizioni, il vademecum sulle multe. Sanzioni più severe se le violazioni sono commesse con un veicolo (auto e moto).

Coronavirus, il vademecum sulle multe. In piena emergenza coronavirus, tra autocertificazioni varie, Dpcm, circolari e indicazioni, anche tra gli uomini delle Forze dell’Ordine c’è stato un momento di smarrimento. In alcune città i è passati dalla chiusura totale ll’apertura parziale, mentre in altre città Roma ad esempio, si è passati dai controlli random a quelli a tutte le automobili in transito presso il posto di blocco. Vediamo allora qual è il vademecum della Polizia stando alle ultime indicazioni ricevute.

Polizia di Stato
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Coronavirus e restrizioni, il vademecum sulle multe

Una delle prime indicazioni importanti è che nel caso in cui la violazione sia commessa in assenza di veicolo, quindi tradotto da un pedone, la sanzione (che ca da 400 a 3.000 euro) può essere pagata in misura ridotta entro sessanta giorni con uno sconto del 30% se il pagamento avviene entro il 30.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/carabinieri.it

Sanzioni più severe per chi usa un veicolo (anche se è solo un passeggero)

È prevista al contrario una maggiorazione delle somme da pagare nel caso in cui l’illecito sia compito con un mezzo (ad esempio auto o moto). La maggiorazione è prevista sia nel caso in cui il soggetto sia alla guida che nel caso in cui sia semplicemente un passeggero. In questo caso la sanzione va dai 533 ai 4.000 euro. Come nel primo caso il pagamento può essere scontato del 30% in caso di pagamento entro trenta giorni.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Coronavirus, morto il cantante lirico Luigi Roni

NYT – New York potrebbe essere peggio di Wuhan o della Lombardia