Coronavirus, Ciciliano (Cts): “Mascherina obbligatoria anche all’aperto? Potrà essere inevitabile”.

Intervenuto ai microfoni de il Corriere della Sera, Fabio Ciciliano, il dirigente della Protezione civile componente del Comitato tecnico-scientifico, ha parlato della ripresa dei contagi da coronavirus in Italia dopo l’impennata di casi del 1 ottobre.

Coronavirus, Ciciliano, Cts: “Sapevamo che il ritorno alla vita normale avrebbe fatto risalire la curva”

Sapevamo che il ritorno alla vita normale avrebbe fatto risalire la curva dei contagi, ma si tratta di numeri importanti e dunque è necessario che ognuno sia responsabile se vogliamo evitare conseguenze gravi“, ha evidenziato Ciciliano.

Il componente del Comitato Tecnico Scientifico ha dato anche una spiegazione al nuovo considerevole incremento di casi.

“Sono gli effetti della fine delle vacanze, ma ora con le scuole aperte e i trasporti a regime il virus circola maggiormente”, ha dichiarato Ciciliano ai microfoni del Corriere della Sera.

Coronavirus
Coronavirus

Mascherina obbligatoria anche all’aperto potrà essere inevitabile

Ciciliano ha parlato anche di quelli che potrebbero essere gli accorgimenti da adottare per frenare la curva.

“Bisogna tenere sempre la mascherina nei luoghi chiusi e rispettare la distanza, lavarsi le mani, rispettare tutte le regole di igiene. Si devono evitare gli assembramenti, tracciare i contatti, rispettare rigorosamente la quarantena e l’isolamento fiduciario […]. Mascherina obbligatoria anche all’aperto? Se tutti osservassero le norme, non sarebbe necessaria. Non è così e dunque potrà essere inevitabile“.

I luoghi a rischio, osserva l’esperto, restano quelli della movida e gli assembramenti nei pressi delle scuole, mentre in luoghi come i centri commerciali si registra un’attenzione per il rispetto delle norme anti-contagio.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca cts

ultimo aggiornamento: 02-10-2020


Coronavirus, impennata dei casi in Italia: 2.548 positivi in un giorno

È morto Mirko, il ragazzo malato di Sma che aveva girato uno spot con Checco Zalone. “Continua a mandarci il tuo sorriso”